Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione e altre funzioni. Continuando con la navigazione, l'utente acconsente all'uso di tali cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Para-rowing: a Torino, il 18 e 19 ottobre, la 9° Regata di Rowing for Rio

images/Allegati/rowing for rio.jpg

Sulle acque del Po, sabato le gare sui 200mt, domenica sui 500mt con sfida sprint-spettacolo. In acqua tutte le categorie dei disabili fisici, oltre ai disabili intellettivi e relazionali​

Tra sabato 18 e domenica 19 ottobre,organizzata dalla Canottieri Armida, la 9^ edizione di Rowing for Rio. Oltre 200 atleti degli equipaggi provenienti da ogni parte d’Italia (25 le società del nostro paese) e dall’Austria (presente con due club) si daranno battaglia sul fiume Po a pochi passi dal Castello del Valentino.
Prenderà parte all’evento di Para-Rowing anche il celeberrimo timoniere Giuseppe detto “Peppiniello” Di Capua, plurimedagliato ai Giochi Olimpici e già due volte medagliato a livello mondiale nel 2013 (argento) e nel 2014 (bronzo) da quando si è tuffato col suo solito entusiasmo da timoniere nell’avventura paralimpica.
Il programma
La competizione comincerà sabato mattina con le gare sui 200 metri della categoria Special Olympics, che dal 2012 è entrata a far parte della nostra manifestazione. Durante il corso della giornata, i ragazzi delle scuole torinesi e tutti coloro che vorranno cimentarsi per la prima volta potranno effettuare una prova gratuita grazie all’assistenza dei tecnici dell’Armida. Un vero e proprio scambio culturale, l’evento fa parte di un processo in cui il fair play e i valori dello “sport per tutti” restano al centro del rapporto tra ogni partecipante, sia esso atleta, allenatore, organizzatore, supporter o partner. Nel weekend sarà presente anche il caposettore del Para-Rowing italiano, Dario Naccari, coadiuvato dalla torinese Cristina Ansaldi.
Il momento clou del weekend sarà però la domenica con le gare sprint (500 metri) previste per le 10,30 e le gare regolari (1000 metri) alle 12. Ci sarà poi anche una spettacolare sfida sprint d’esibizione tra tre equipaggi: uno composto da campioni paralimpici, uno di atleti universitari ed alcuni equipaggi di ex campioni tra i normodotati.
Alle 13,30 sono previste poi le premiazioni di tutti i vincitori a chiudere questa due giorni in riva al Po, resa possibile anche dalla preziosa collaborazione delle società remiere rivierasche, della Croce Rossa Italiana e della pattuglia fluviale dei Vigili del Fuoco.

Gli atleti di punta
Nella categoria LTA maschile, saranno impegnati il varesino Omar Airolo (argento ai Mondiali 2013 e bronzo ai Mondiali 2014), il napoletano Tommaso Schettino (argento ai Mondiali 2013 e bronzo ai Mondiali 2014), il ferrarese Pierre Calderoni (5° posto alla Paralimpiade di Londra 2012) e il cremonese Daniele Signore (oro alla Paralimpiade di Pechino 2008).
Tra le imbarcazioni della categoria LTA femminile, invece, fari puntati sulle milanesi Graziana Saccocci (oro alla Paralimpiade di Pechino 2008 e argento ai Mondiali 2009) e Florinda Trombetta (5° posto alla Paralimpiade di Londra 2012 e 6° posto ai Mondiali 2014), le romane Valentina Grassi (bronzo ai Mondiali 2014) e Lucilla Aglioti (argento ai Mondiali 2013 e bronzo ai Mondiali 2014), oltre alla giovane promessa cuneese Sara Kobal.
Nella categoria AS, il fiorentino Fabrizio Caselli (6° posto ai Mondiali 2013 e 5° posto 2014, oltre alla conquista della maglia rosa al Giro d’Italia 2014 in handbike) ed il giovane genovese Davide Dapretto saranno i migliori esponenti in campo maschile, mentre la romana Eleonora De Paolis (8° posto ai Mondiali 2014) sarà la punta del movimento femminile.
Nella categoria LTA ID, infine, saranno ai blocchi di partenza il napoletano Francesco Di Donato (argento ai Mondiali Inas-Fid 2014) assieme ai varesini Luca Varesano (bronzo ai Mondiali Inas-Fid 2014) ed Elisabetta Tieghi (bronzo ai Mondiali Inas-Fid 2014).