Eventi
29
Nov
2019
01
Dic
2019

Festival Sportivamente

Tre giorni di appuntamenti gratuiti per coniugare sport e inclusione alla presenza di campioni sportivi, associazioni e società del territorio, senza dimenticare le testimonianze di chi non si è lasciato stoppare dalla diversità. Da venerdì 29 novembre a domenica 1 dicembre, torna a Sassuolo il Festival SportivaMente. Non cambia l’obiettivo della rassegna, giunta alla terza edizione: celebrare lo sport inclusivo, ispirandosi al principio di uguaglianza nella diversità e alle abilità differenti, secondo lo slogan “oltre le barriere insieme si può”. Il festival è organizzato dall’associazione Fuori Campo 11 e gode del patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Comune di Sassuolo, Fondazione di Modena e Comitato paralimpico.

Il sipario si alza venerdì 29 novembre (ore 9.30, Mapei football center di via Regina Pacis 130) con la presentazione del libro “Il calcio a modo loro” di Franco Esposito, un volume che raccoglie le storie della Nazionale italiana calcio amputati. Oltre all’autore saranno presenti alcuni giocatori della Nazionale, tra cui il capitano Francesco Messori e lo staff tecnico, intervistati dal giornalista Sky Marco Nosotti. Seguirà un’esibizione degli Azzurri con una rappresentativa degli studenti dell’istituto superiore Baggi di Sassuolo.

Si prosegue sabato 30 novembre al mattino (ore 9.30 nelle palestre del polo scolastico dell’istituto Volta in via Nievo) con l’esibizione sportiva “Insieme si può”: un percorso multisport con la collaborazione e la partecipazione delle realtà associative sportive del territorio che operano con persone con disabilità fisiche e intellettive (Agape, Anffas, Arcieri Val Secchia, Basket Sassuolo e Scherma Sassuolo) assieme agli studenti del Volta. La mattinata continuerà alle ore 11.30, nell’aula magna della stessa scuola superiore in piazza Falcone e Borsellino, con l’evento “Monica Contrafatto si racconta…”: l’atleta paralimpica plurimedagliata, medaglia al valore dell’Esercito italiano e sprinter azzurra capace di conquistare due argenti mondiali e un bronzo paralimpico, sarà intervistata dal giornalista Giancarlo Scarpa.

Si passa quindi al pomeriggio, con un appuntamento realizzato in collaborazione con le associazioni “L’Ora del Noi” e “Artemisia”: alle ore 15 al Crogiolo Marazzi (via Radici in monte 70) arriverà Simona Atzori con l’intervento “Cosa ti manca per essere felice?”. L’artista e ballerina rivelerà come, nonostante la diversità, sia riuscita a esaudire tutti i sogni, spiegando che ognuno è diverso a modo suo e che non ci manca nulla per essere felici.

Domenica 1 dicembre il Festival chiude con un lungo momento di sport giocato che si snoda tra mattino e pomeriggio. Al PalaPaganelli di via Nievo si sfideranno dalle ore 10 le migliori squadre emiliano-romagnole di sitting volley per contendersi il campionato regionale di questa specialità, riconosciuta come disciplina paralimpica sin dal 1980. Al torneo, organizzato con la collaborazione di Fipav Crer e Modena Volley, parteciperanno Modena Sitting Volley, Volley Club Cesena, Polisportiva Campeginese, Sitting Volley Giocoparma, PianoterRA Sitting Volley Ravenna e Sitting Re Arbor. Dalle ore 15, finali alla presenza di Amauri Ribeiro, ex pallavolista, medaglia d’argento e d’oro alle Olimpiadi del 1984 e del 1992, oggi direttore tecnico delle Nazionali di sitting volley.

Sassuolo