DAL MONDO SPORTIVO

Para ice hockey: le Aquile del Sudtirolo chiudono la stagione al comando e si aggiudicano la Coppa Italia

Doppia vittoria sui Brancaleoni lombardi

Con due nette affermazioni sull’Armata Brancaleone di Varese le South Tyrol Eagles chiudono a punteggio pieno la regular season del Campionato Italiano 2016/2017 aggiudicandosi la Coppa Italia. Supremazia altoatesina in entrambe i match disputati nel week end con due risultati rispettivamente di 9 a 0 e 8 a 3 che fotografano bene l’andamento delle partite anche se bisogna sottolineare che i lombardi erano privi del portiere titolare Santino Stillitano.

Nel primo match disputato nel rinnovato stadio di Ora in provincia di Bolzano, adattato alle esigenze della disciplina dello sledge, le Aquile bolzanine si portano in vantaggio nella prima frazione di gioco con il veterano Werner Winkler autore di una doppietta, raddoppiando con il giovane nazionale Christoph Depaoli anch’esso autore di una doppietta così come l’altro giovane nazionale Nils Larch e Florian Planker.

Segnatura anche per l’ottimo Alex Enderle che dimostra così di essersi inserito perfettamente negli schemi degli altoatesini.

Al termine della partita alla presenza del Consigliere Federale Luigi Alverà e del Sindaco di Ora , Roland Pichler consegna sul campo della Coppa Italia alle South Tyrol Eagles.

Secondo incontro, domenica mattina,questa volta ad Egna.

Partita vinta per 8 a 3 dagli altoatesini ma con i varesotti più determinati ed attenti in campo. Altoatesini comunque sul due a zero al termine del primo tempo con segnature di Larch e Winkler,ma l’Armata reagisce bene ed accorcia le distanze con Roberto Radice su Assist di Andreoni e Stella (saranno 3 gli assist di Igor Stella nell’incontro). Di nuovo Aquile  ancora con Larch, Kerschbaumer (altro nuovo innesto degli altoatesini) e Planker. Terzo tempo ancora di marca altoatesina con le segnature del solito Planker,Torella e la giovanissima speranza Matteo Remotti.

Ma l’Armata ha una reazione trova due segnature con Marco Re Calegari ed Alessandro Andreoni.

 

Leggi tutto

Basket in carrozzina: nella terza di ritorno successi per Cantù e Giulianova. Lombardi a -2 dal Porto Torres

Vittorie anche per Padova e Varese

In archivio la terza giornata del girone di ritorno nel campionato di Serie A di basket in carrozzina: le quattro partite disputate nel pomeriggio di sabato 21 dicembre hanno visto solo vittorie delle squadre in trasferta, con UnipolSai Briantea 84 Cantù e DECO Group Amicacci Giulianova a dare continuità alla rincorsa verso la capolista GSD Porto Torres, a riposo in questo turno. Intensa anche la bagarre nella seconda metà della classifica, con quattro squadre raccolte in appena quattro punti, sopra la Dinamo Lab, che chiude a quota due.

Match di giornata era senza dubbio quello di Porto Potenza Picena, tra due delle quattro squadre che parteciperanno alla prossima Final Four di Coppa Italia a Pescara nel primo weekend di marzo, il S. Stefano Banca Marche e l’UnipolSai Briantea 84 Cantù. Vincono gli ospiti 66 a 48, al termine di un match mai realmente in bilico, ma che ha confermato i progressi della squadra marchigiana, che un girone fa tornò a casa dalla trasferta in Brianza con 40 punti di margine dai rivali. L’allenatore canturino Bergna invece approfitta del match per sperimentare nuove rotazioni, schierando quintetti inediti in vista dell’esordio europeo (primo round preliminare dal 3 al 5 febbraio), e ottiene buone risposte da tutti i propri ragazzi, alla sesta vittoria consecutiva e di nuovo a meno due dalla vetta.

Altrettanto importante, ma anche più sofferta, la vittoria della DECO Group Amicacci Giulianova, altra squadra che si giocherà la Coppa Italia tra circa un mese e mezzo: gli abruzzesi vincono a Roma sul campo del Santa Lucia, ma riescono a spuntarla solo nel finale (60 a 53): match tiratissimo, con i padroni di casa che a lungo sognano un successo che avrebbe addirittura riaperto clamorosamente la corsa al quarto posto nei playoff. Dal +3 del 56 – 53 a 2’42’’ dalla sirena finale però, Giulianova non concede più nulla e con 4 punti combinati di Marchionni e De Maggi chiude il discorso. Ancora non brilla come ad inizio stagione la squadra ospite, ma la seconda vittoria consecutiva dopo un periodo di difficoltà è preziosa e vale il momentaneo terzo posto.

Di grande peso anche i successi di Padova e Varese in ottica lotta per la salvezza: i veneti vanno a vincere sul campo della Dinamo Lab Banco di Sardegna ultima in classifica, e lo fanno con un 71 a 55 che serve a scrollarsi di dosso le scorie degli ultimi scivoloni (28 punti di Richard Nortje); la Cimberio HS Varese vince invece il derby in casa della SBS Montello, vendicando la sconfitta dell’andata, ma soprattutto rimettendo una minima distanza dal penultimo posto, che significa automatica retrocessione. In questo momento, sopra alla Dinamo Lab ultima a quota 2 punti, la lotta per la salvezza si fa combattuta, con la SBS Montello a 4 punti, Varese a 6 e poi la coppia Padova Millennium Basket – Santa Lucia Roma, un po’ più al sicuro a quota 8.

Di nuovo in campo sabato 28 gennaio, per la tredicesima giornata di stagione regolare, prima dell’esordio nelle coppe europee previsto per la settimana successiva.

Santa Lucia Roma – DECO Group Amicacci Giulianova 60 a 66

S. Stefano Banca Marche – UnipolSai Briantea 84 Cantù 48 a 66

Dinamo Lab Banco di Sardegna – Padova Millennium Basket 55 a 71

SBS Montello – Cimberio HS Varese 44 a 73

Riposa: GSD Porto Torres

 

12^ GIORNATA – LA CLASSIFICA

20 punti: GSD Porto Torres

18 punti: UnipolSai Briantea 84 Cantù

14 punti: DECO Group Amicacci Giulianova

12 punti: S. Stefano Banca Marche

8 punti: Santa Lucia Roma e Padova Millennium Basket

6 punti: Cimberio HS Varese

4 punti: SBS Montello

2 punti: Dinamo Lab Banco di Sardegna

 

 

Leggi tutto

I NOSTRI PARTNER