DAL MONDO SPORTIVO

Para Powerlifting, a Dubai al via l'ottava coppa del mondo

Quattro gli azzurri in pedana: Martina Barbierato, Matteo Cattini, Donato Telesca, Ludovico Forte

Al via l’ottava Coppa del Mondo di Para Powerlifting - pesistica paralimpica di Dubai, che vedrà protagonisti i pesisti azzurri a partire da martedì 28 febbraio. Quattro gli atleti paralimpici italiani presenti, guidati dal Direttore Tecnico Nazionale Sandro Boraschi e dall’allenatore Filippo Piegari: Martina Barbierato, Matteo Cattini, Donato Telesca, Ludovico Forte. L’esordio spetta alla Barbierato, prima pesista azzurra paralimpica ad essere ammessa ai Giochi, che entrerà in gara martedì alle ore 13.30 nella categoria 55 kg mentre Forte andrà in pedana nel pomeriggio alle 16 nella cat. 65 kg; mercoledì 1 marzo infine sarà la volta di Telesca e Cattini, entrambi impegnati nella categoria 72 kg. Per Telesca, che durante la cerimonia d’apertura ha fatto da portabandiera azzurro, si tratta della prima gara internazionale riconosciuta dell’IPC. Nell’8° Fazza Dubai 2017 World Para Powerlifting, che vedrà protagonisti circa 190 atleti  (di cui 20 juniores) provenienti da 33 Paesi, così come nella prossima Coppa del Mondo di Eger, in Ungheria, dal 4 al 7 maggio, sarà possibile raggiungere i minimi per partecipare ai Mondiali del Messico di settembre, primo step del percorso per la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Per Boraschi e Piegari quella di Dubai è un’ottima possibilità per testare la forma dei pesisti azzurri; trattandosi poi della prima occasione importante a livello internazionale dopo i Giochi Paralimpici, si potrebbero presentare delle sorprese, non solo in termini di performance ma anche di nuovi avversari da affrontare. Che si tratti di medagliati olimpici, o di atleti che si affacciano per la prima volta su un palcoscenico internazionale, l’8° Fazza Dubai 2017 World Para Powerlifting è la competizione d’esordio del quadriennio olimpico.

Leggi tutto

Para ice hockey: al quadrangolare di Torino, azzurri battuti in esordio dalla Norvegia

4-2 il risultato del primo match, dove Rosa sigla una doppietta

Esordio con sconfitta per gli azzurri del para ice hockey in questa prima partita del quadrangolare di Torino. Il 4 a 2 finale per la Norvegia suggella un’ottima prestazione degli scandinavi che impongono il loro ritmo per i tre tempi di partita. I nostri si trovano spesso in difficoltà in zona difensiva e faticano a trovare schemi efficaci in fase offensiva anche se il computo finale dei tiri vede le due formazioni in perfetta parità con 14 tentativi scoccati verso le reti avversarie.

Nel 1° periodo, è la Norvegia ad  andare in vantaggio con JACOBSEN, dopo soli 54 secondi di gioco GIANLUIGI ROSA ristabilisce la parità al 8° minuto, ma solo un minuto dopo LOYD REMI SOLBERG riporta la Norvegia in vantaggio, chiudendo il primo periodo 2 a 1. Il 2° periodo termina a reti inviolate, con gli azzurri alla ricerca del pareggio. Il 3° periodo è ancora di marca norvegese con altre due segnature da parte di BAKKE, cui fa seguito la seconda realizzazione di GIANLUIGI ROSA, su assist di Florian Planker.

Ancora assente purtroppo capitan ANDREA CHIAROTTI per i postumi dell’infortunio di fine 2016.

Nel pomeriggio CANADA vs KOREA.

 

Il roster azzurro

Portieri

Santino Stillitano, Gabriele Araudo

Difensori

Gianluigi Rosa, Gianluca Cavaliere, Bruno Balossetti, Emanuele Parolin,Florian Planker, Andrea Macrì

Attaccanti

Alessandro Andreoni, Roberto Radice,, Valerio Corvino,  Gregory Leperdi, Sandro Kalegaris, Eusebiu Antochi, Christoph Depaoli, Nils Larch , Stephan Kafmann

 

 

Leggi tutto

Basket in carrozzina: Porto Torres primo in Regular Season con due turni di anticipo

Al secondo posto Cantù. Lotta aperta per il terzo posto tra Giulianova e Porto Potenza Picena

Il GSD Porto Torres ha vinto la stagione regolare di Serie A nel campionato di basket in carrozzina con due turni di anticipo: i sardi, dopo la sedicesima giornata disputatasi sabato 26 febbraio, sono ormai certi del primo posto, conquistato con quattordici vittorie su quattordici match giocati. Matematicamente seconda la squadra campione d’Italia in carica, la UnipolSai Briantea 84, mentre per l’assegnazione della testa di serie numero tre nei playoff scudetto, sarà lotta a due tra S. Stefano Banca Marche e DECO Group Amicacci Giulianova, dopo lo scontro diretto vinto dai marchigiani.

E proprio il match tra terza e quarta ha rappresentato il clou della giornata: l’Amicacci si è presentata al confronto a quota 20 punti in classifica, a +4 dai rivali ma con una partita in più. Per S. Stefano una sconfitta avrebbe complicato le speranze di terzo posto, ma i ragazzi di coach Ceriscioli sono stati in grado di bissare l’exploit dell’andata, quando inflissero la prima sconfitta stagionale a Giulianova, con l’ennesima solida prestazione di un’annata vissuta fin qui da protagonisti. Sugli scudi la guardia francese Sofyane Mehiaoui, autore di 19 punti, e il giovane lungo azzurro Sabri Bedzeti, che ha realizzato una pesantissima doppia doppia da 18 punti e 10 rimbalzi uscendo dalla panchina. Inutile per gli abruzzesi la nuova ottima prova offensiva di Simone De Maggi (24 punti, con 11/20 dal campo): il 68 a 63 finale significa per S. Stefano Banca Marche tornare a vedere il terzo posto a portata di mano (con il successo nel recupero contro il Santa Lucia, i marchigiani scavalcherebbero Giulianova, che nelle ultime due giornate affronterà Porto Torres e Briantea).

Vincono senza patemi le prime due della classe: il GSD Porto Torres supera in casa il Padova Millennium Basket 77 a 55: la tripla doppia di Matt Scott (13 punti, 13 rimbalzi e addirittura 17 assist) e i 28 punti del giovane George Bates (con una percentuale semiperfetta, 14/16) abbattono da subito le resistenze di Padova; mentre la UnipolSai Briantea 84 Cantù vince il derby lombardo con la Cimberio HS Varese con un netto 79 a 49: l’americano Brian Bell festeggia nel migliore dei modi il proprio compleanno con 22 punti a referto, a cui si aggiungono i 19 del catalano Jordi Ruiz e gli 11 dell’azzurro Papi.

Vince in volata infine il Santa Lucia Roma sul campo di una Dinamo Lab Banco di Sardegna già retrocessa ma comunque orgogliosa, capace di condurre nel punteggio fino al minuto finale, quando la coppia dei romani Stupenengo – Cavagnini ha ribaltato il parziale, fissandolo sul 54 a 53.

Serie A di nuovo in campo tra due settimane, per la penultima giornata di stagione regolare. Prima, la Final Four di Coppa Italia, in programma a Pescara il 3 e 4 marzo (a contendersi il trofeo Porto Torres, Briantea 84, Giulianova e S. Stefano), e poi le coppe europee, con i quarti di finale di Champione Cup e i preliminari di EuroLeague 2 e 3.

 

16^ GIORNATA – I RISULTATI

S. Stefano Banca Marche – DECO Goup Amicacci Giulianova 68 a 63

Dinamo Lab Banco di Sardegna – Santa Lucia Roma 53 a 54

GSD Porto Torres – Padova Millennium Basket 77 a 55

UnipolSai Briantea 84 Cantù – Cimberio HS Varese 79 a 49

 

16^ GIORNATA – LA CLASSIFICA

28 punti: GSD Porto Torres

24 punti: UnipolSai Briantea 84 Cantù

20 punti: DECO Group Amicacci Giulianova

18 punti: S. Stefano Banca Marche

12 punti: Santa Lucia Roma

8 punti: Padova Millennium Basket e Cimberio HS Varese

6 punti: SBS Montello

2 punti: Dinamo Lab Banco di Sardegna

 

Leggi tutto

I NOSTRI PARTNER