OBIETTIVO TRICOLORE, LA GRANDE STAFFETTA DEGLI ATLETI DI ZANARDI

Oltre 50 atleti paralimpici, dal 12 al 28 giugno, saranno protagonisti di un viaggio a tappe attraverso l’Italia che porterà il testimone da nord a sud per lanciare un messaggio di rinascita

PADOVA. Un messaggio di rinascita attraverso lo sport. Obiettivo tricolore è la grande staffetta di Obiettivo3*, un lungo e appassionante viaggio che in due settimane (dal 12 al 28 giugno) vedrà oltre cinquanta atleti paralimpici, tra i quali il campione Alex Zanardi, passarsi di mano in mano il testimone partendo da nord, ai confini con la Svizzera, fino ad arrivare a sud, a Santa Maria di Leuca. In un momento difficile e cruciale per il pianeta intero, Obiettivo Tricolore vuol rappresentare proprio l’Italia che riparte, dimostrando che si può resistere e lottare tutti insieme per costruire un futuro nuovo. Gli atleti percorreranno il loro tragitto in handbike, in bicicletta o in carrozzina olimpica, mettendosi in gioco al servizio della loro passione, ma altresì consci del valore simbolico che il loro viaggio potrà avere per altre persone.

LA CORSA. La staffetta di Obiettivo Tricolore avrà tre partenze differenti, ognuna delle quali comincerà un proprio percorso destinato a unirsi nel cuore dell’Italia prima di proseguire verso la meta. La prima partenza è fissata per venerdì 12 giugno da Luino, sul lago Maggiore. Da qui la carovana percorrerà tutta la Lombardia, sconfinerà in Emilia e arriverà a Firenze, in Piazza della Signoria, dove si congiungeranno i tre percorsi e sarà allestito un evento ad hoc il 18 giugno. La seconda partenza, sabato 13, scatterà da Levico Terme in Trentino, passerà Friuli e Veneto e dalla Romagna arriverà a Firenze. La terza, invece, partendo dalla provincia di Cuneo il 16 giugno, passerà per Genova e il Ponte Morandi, fino a sbarcare in Toscana. Il 19 giugno, riuniti i testimoni e, idealmente, i tre colori della bandiera, la staffetta riprenderà il proprio viaggio verso il Lazio, valicando gli Appennini, fino ad arrivare al tacco d’Italia, a Santa Maria di Leuca, dove domenica 28 giugno l’ultimo atleta isserà al cielo la bandiera simbolo della manifestazione. In totale saranno percorsi 3mila chilometri da 52 atleti paralimpici che si alterneranno per 43 tappe e toccheranno 14 regioni d’Italia, compresa la Sardegna, dove un’atleta imbarcherà il proprio testimone per farlo raccogliere a Civitavecchia. La staffetta sarà un modo per abbracciare luoghi e persone del nostro straordinario paese e durante il viaggio saranno allestiti diversi eventi e incontri speciali per rendere sempre più forte questo messaggio di rinascita. Sarà una festa itinerante, che punta a coinvolgere chiunque abbia a cuore questo progetto, dai ciclisti che vorranno accompagnare lungo il percorso i nostri atleti, a tutti gli enti, le amministrazioni e le comunità pronte ad accogliere e celebrare i protagonisti di Obiettivo Tricolore. Inoltre, la staffetta toccherà alcuni luoghi strategici che permetteranno di incontrare partner e sostenitori che hanno contribuito alla riuscita del progetto.

IL MESSAGGIO. Alex Zanardi, fondatore e anima di Obiettivo3, sarà presente in vari punti del percorso con il suo impareggiabile entusiasmo: «Obiettivo3 è nato dichiarando diverse ambizioni, tra le quali quella di provare a portare tre atleti ai giochi paralimpici», spiega il campione. «Ma fin dai primi passi abbiamo unito le nostre ambizioni di carattere agonistico a una vocazione più ampia che anima e ispira gli atleti. I nostri ragazzi hanno una voglia enorme di sfruttare le opportunità che si trovano davanti per superare le difficoltà della vita. L’occasione è di compiere una piccola impresa che possa anche ispirare le persone, svelando come esista sempre spazio per reagire, per ripartire e incidere positivamente su un futuro che è ancora tutto da scrivere.

Questa grande staffetta è una sfida che gli atleti hanno fortemente voluto e che io abbraccio con gioia. Li seguirò, cercherò di aiutarli e sostenerli e sarò sicuramente presente all’arrivo a Santa Maria di Leuca». Coordinatore della macchina organizzativa di Obiettivo Tricolore è il direttore sportivo di 03, Pierino Dainese: «Il periodo di lockdown ha visto da un lato la cancellazione di tutti gli eventi sportivi, dall’altro la crescita di un forte spirito di solidarietà e unità nazionale. Per questo abbiamo pensato a un evento che potesse unire l’Italia intera e infondere un messaggio di ripartenza grazie allo spirito dei nostri atleti».

*COS’È OBIETTIVO3. Obiettivo3 è un progetto ideato da Alex Zanardi, che mira a reclutare, avviare e sostenere persone disabili all’attività sportiva. Gli atleti, ai quali viene affidata l’attrezzatura in comodato d’uso gratuito, entrando nella comunità, oltre alla guida competente dei coach, trovano nei loro compagni punti di riferimento importanti per coltivare questa passione. Nei suoi primi tre anni di attività Obiettivo3 ha reclutato più di 70 atleti, che hanno già partecipato a decine di manifestazioni nazionali e internazionali, raggiungendo risultati notevoli. Tutto questo è reso possibile grazie ad aziende e persone che hanno sposato la causa del progetto, in primis Fondazione Vodafone Italia, main partner dell’iniziativa. Quindi gli sponsor: Airoldi Metalli, Bmw Italia, Castelli Sportful, Cetilar®, Consorzio per la tutela del formaggio Grana Padano, Enervit, Garmin, Kask, Rio Mare, Triride. Tra i sostenitori principali Allianz Partners, Credit-Ras, Fondazione Amplifon, Venice Marathon e Brunello Bike - Ciacci Piccolomini d’Aragona.

Le Tappe: Obiettivo_Tricolore_le_tappe.pdf

I Partecipanti: Obiettivo_Tricolore_i_partecipanti.pdf

chiusura Uffici CIP Liguria e smart working

In ottemperanza a quanto disposto dal D.P.C.M. dell'8 Marzo, si comunica che a seguito dell'Emergenza Sanitaria COVID-19, Il CIP Nazionale ha disposto la chiusura degli Uffici dal 10 marzo 2020 fino a data da destinarsi.

La segreteria sarà disponibile all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

NUOTO, DOMENICA 9 FEBBRAIO IL TROFEO CROCERA STADIUM - SPAZIO GENOVA

Ottime prestazioni per Sofia Allavena, atleta della Polisportiva Dilettantistica IntegrAbili, al 5° Trofeo Crocera “SPAZIO GENOVA”, gara di nuoto in vasca corta della stagione sportiva agonistica FISDIR 2020, che si è svolta domenica scorsa 9 febbraio

La giovane nuotatrice sanremese, allenata dal tecnico Davide Bulgarelli, ha notevolmente migliorato i propri tempi ed ha ottenuto due secondi posti assoluti nei 50 Stile Libero e nei 50 Farfalla e il terzo posto assoluto nei 50 Dorso.

Genoa For Special (BIC GENOVA) Vittoria nel Derby e primato in classifica

Una vittoria entusiasmante quella del Genoa For Special nel Derby con  la Sampdoria F.S. e il primato in classifica grazie anche ai 3 punti ottenuti contro il Torino F.S. . Presso il "Cento Grigio" di Alessandria, sabato 15 Febbraio, i ragazzi rossoblu vincono con un perentorio 6a2 il Derby della Lanterna, la tripletta di Congiusta, il goal lampo di Grillo e la doppietta di Buovolo mettono in cassaforte 3 punti guadagnati prima di tutto nel continuo lavoro settimanale che questa squadra porta avanti da ormai molto tempo.   Nella gara con il Torino, Congiusta va ancora a segno, goal bellissimo di Bianchi mentre lo scatenato Fajardo segna e fa sognare con le sue accelerazioni alla Ronaldo, chiude le marcature il talento Buovolo che porta il risultato sul 4a1.    Doppia vittoria e primo posto in classifica per i ragazzi del BIC GENOVA che sabato prossimo riprenderanno gli allenamenti presso il Don Bosco di Quarto in preparazione della doppia sfida con la Juventus per un vero e proprio scontro all vertice.   Alla fine di tutto rimangono gli abbracci e i sorrisi alla fine di ogni incontro perché è senza dubbio l'obiettivo principale che si pone BIC GENOVA e tutta la FIGC nel portare avanti questa difficile ma pregevole iniziativa.   Immagini e video delle gare giocate disponibili sui social Facebook e Instagram del BIC GENOVA.

Tabelllino Gare: Sabato 15/2/2020    Bic Genova - 6° Cat. FIGC
BIC GENOVA:   Donati, Buovolo, Congiusta, Piscitelli, Grillo, Morgani D., morgani N., Casazza, Cornacchini, Tesio, Fajardo, Merlo, Zanino.  

Genoa F.S. - Sampdoria F.S.   6-2 (Congiusta 3, Grillo, Buovolo 2)

Genoa F.S. - Torino F.S.  4-1 (Congiusta, Bianchi, Fajardo, Buovolo) 

Levante C Pegliese terza alle finali nazionali

Sabato 2 novembre 2019 i ragazzi di Mister Marco Martino, battendo per 2 a 0 la squadra la squadra di Lecce, guidata da Mister Fabrizio Miccoli (ex calciatore ed attuale Presidente dell’omonima ASD leccese), hanno conquistato il 3° posto al 1° Campionato Italiano di calcio a5, vinto dal Montelabbate che si è imposto per 1 a 0 contro il Vicenza, entrambe le partite disputate davanti ad un folto pubblico ed alla presenza di 2 troupe televisive di cui una diretta con una rete locale ed una troupe di RAI SPORT.

La squadra del Presidente Marco Doragrossa, ha disputato una partita dai grandi valori tecnici, dimostrando una crescita esponenziale della squadra più giovane e inesperta del Campionato ma, grazie ad un gioco organizzato riesce a passare in vantaggio a metà del secondo tempo grazie al goal del bomber Vincenzo De Fazio e, successivamente, raddoppia il vantaggio con il capitan Marco Pollicino. Alla gara hanno assistito i vertici della FISPES Nazionale e Regionale, il CT della Nazionale Renzo Vergnani, Fabrizio Miccoli e l’ex calciatore Gigi Orlandini.

Al termine della gara il Presidente della FISPES ha premiato tutte le squadre consegnando alla Levante C Pegliese la coppa della 3° qualifica al 1° Campionato che è stata portata con orgoglio in trionfo dai giocatori sino all’arrivo nel capoluogo ligure.

La soddisfazione per questa vittoria è stata incontenibile anche per il Mister Martino che dopo un momento di commozione ha subito iniziato ad elaborare il programma di lavoro per cercare di migliorare i risultati ottenuti quest’anno in previsione del prossimo campionato. Il prossimo campionato non sarà l’unico obbiettivo su cui tenere alta l’attenzione dei giocatori ma anche la conquista della convocazione in azzurro per il prossimo Campionato Europeo.

Obbiettivo dichiarato dalla società è quello di superare il numero di convocati rispetto al Campionato del Mondo in Messico 2018 che fu di 2 giocatori.

“Un grande risultato per lo sport che grazie alla Levante C Pegliese ed alla sua squadra di calcio amputati è diventata un vero fiore all’occhiello della Liguria sportiva in giro per l’Italia” queste le dichiarazioni dell’Assessore allo Sport di Regione Liguria Ilaria Cavo che continua “Una grande vittoria ottenuta contro la squadra di Lecce allenata da Fabrizio Miccoli, indimenticato centroavanti del Palermo, Juventus e Nazionale”.

A riconoscimento degli importanti risultati ottenuti, su proposta dell’Assessore Cavo, alla squadra sarà dato un riconoscimento all’interno del prossimo “premio regionale ligure”.