Nuova finestra del “Progetto di avviamento allo sport per persone con disabilità”

È stata aperta una nuova finestra per la presentazione delle domande relative al “Progetto di avviamento allo sport per persone con disabilità”, promosso dal Comitato paralimpico regionale e dalla Regione Lombardia a seguito della delibera regionale XI/1427 dello scorso 25 marzo.

Risultano infatti ancora autorizzabili 25 percorsi di avviamento: 2 possono riguardare attività rivolte a persone con disabilità sensoriale, 23 per persone con disabilità fisica. Sono andati invece esauriti i 23 posti a disposizione per le persone con disabilità intellettivo relazionale.

Entro il 30 settembre le società sportive possono inviare nuove richieste di contributo per le persone interessate ad intraprendere un percorso di avviamento allo sport secondo le modalità già in precedenza indicate. La selezione dei destinatari avverrà nel rispetto dei criteri già stabiliti e nel rispetto delle riserve definite per ciascun tipo di disabilità.

Qualora al 30 settembre risultassero vacanti posti per uno o più tipi di disabilità potranno essere autorizzate eventuali domande presentate in eccedenza rispetto ai tipi di disabilità residui, nel rispetto del criterio temporale e dell’età dei richiedenti, come stabilito nell’accordo con la Regione.

Si precisa che, stante le finalità generali dell’accordo, per “nuovo tesseramento” si intende:

  • persona non precedentemente tesserata
  • persona tesserata contestualmente all’avvio del percorso di avviamento in adempienza delle regole statutarie previste dalle federazioni
  • persona precedentemente tesserata in altra disciplina sportiva

Come per la precedente fase, il modulo di richiesta, andrà inviato, uno per ogni atleta, corredato di autorizzazione al trattamento dei dati, all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. La segreteria del Comitato paralimpico regionale provvederà ad autorizzare il corso, assegnando un numero di protocollo che la società dovrà riportare successivamente sul modulo di richiesta di rimborso.

Si specifica che le coperture assicurative saranno a carico del Cip, che tessererà gli atleti avviati. La segreteria del Comitato paralimpico regionale resta a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti o supporto al numero 02 70120595.

Accordo RL CIP avviamento allo sport disabili

Modulo richiesta autorizzazione corso

Modulo privacy

Modulo privacy minori

Para ice hockey: Armata Brancaleone a caccia di conferme al PalaTazzoli di Torino

È l’ora della verità per l’Armata Brancaleone. Il team gialloverde è atteso dalla rivincita con i Tori Sedutipiemontesi, da giocarsi, stavolta, a Torino.

Al Palalbani è stato tutto fin troppo facile: i ragazzi allenati da Muhr hanno strapazzato i rivali (7-0, 7-1). Su entrambi i fronti andavano registrate assenze pesanti, ma il divario tra le due formazioni è stato nettissimo.

Le buone impressioni destate dai Brancaleoni sono state confermate ad Egna dove, per la prima volta dopo anni, l’Armata ha tenuto testa alle Aquile del Sud Tirolo. Nel primo dei due match i lombardi targati Polha Varese sono riusciti a portare i padroni di casa ai rigori, guadagnandosi un punticino. Va detto che pure i Tori sono stati capaci di ottenere un punto contro gli altoatesini, dimostrando di aver reagito.

Al PalaTazzoli si giocherà alle ore 18 di sabato (15 dicembre) e alle 10 di domenica. Le sfide saranno inserite nel programma del “1° Memorial Ciaz” dedicato all’ex capitano torinese e azzurro Chiarotti, recentemente scomparso.

A.T.

Basket in carrozzina: tutto facile per la Briantea84 nel derby con l’SBS Montello

Dalla quinta giornata di andata nella Serie A di basket in carrozzina, disputatasi sabato 8 dicembre, giungono due importanti messaggi da parte di S. Stefano Avis e Key Estate Porto Torres, che si confermano al secondo posto all’inseguimento della capolista UnipolSai Briantea84, dopo i cruciali successi rispettivamente su Deco Group Amicacci Giulianova e Santa Lucia Roma. A due partite di distanza quindi dal giro di boa di metà stagione regolare, che per le prime quattro in classifica significherà qualificazione alla Final Four di Coppa Italia, cominciano a delinearsi con maggiore chiarezza i rapporti di forza tra le contendenti al titolo.

Impressionante la prova di solidità e di maturità del S. Stefano Avis, chiamato a confrontarsi nel derby dell’Adriatico con una Deco Group Amicacci Giulianova, reduce sì dalla sconfitta in overtime contro il Santa Lucia, ma sempre protagonista di prestazioni di alto livello fin qui: invece i marchigiani guidati da coach Ceriscioli, dopo un primo quarto di equilibrio, non hanno lasciato spiragli ai rivali, appropriandosi con autorevolezza dell’inerzia del match, con un parziale da 9 a 2 a metà secondo quarto, ribadito da un 12 a 2 per iniziare il terzo periodo, che di fatto infrange qualsiasi speranza di rimonta degli abruzzesi. Con rotazioni limitate al minimo (solo sei giocatori a referto), un’attenzione difensiva che limita il miglior marcatore avversario, Galliano Marchionni, a 9 punti con 3/12 dal campo, e un Sofyane Mehiaoui in grande spolvero con 32 punti, 11 rimbalzi e 7 assist, S. Stefano stacca in classifica i rivali (il finale dice 74 a 58) e lancia un segnale di grande competitività al resto della Serie A.

Prestazione di grande livello anche del Key Estate Porto Torres, che nelle prime quattro uscite stagionali aveva alternato ottime prestazioni ad alcuni passaggi a vuoto. Nel match di Roma contro il Santa Lucia, che invece da parte sua veniva da una bella serie di vittorie, i sardi sfoderano la migliore prestazione del proprio inizio di stagione: fanno la differenza i due polacchi Mosler e Filipski, che combinano per 60 punti complessivi (30 a testa, con tripla doppia per Filipski che aggiunge anche 16 rimbalzi e 11 assist), in una delle prove individuali più travolgenti che si ricordi. Il Santa Lucia prova a stare a galla nel corso del primo quarto, grazie ad una buona partenza offensiva di Fares (10 punti sui 16 finali arrivati nel primo quarto) e alla vena offensiva di Beltrame, che va in doppia cifra con 12 punti, ma ad inizio terzo quarto il gap dai rivali si amplia superando la doppia cifra e il Santa Lucia non riesce più a rientrare a contatto, nonostante i 16 punti di Cavagnini e i tentativi di cambiare quintetto (83 a 66 alla sirena). Il Key Estate Porto Torres sale così a quota 8 punti in classifica, a due lunghezze dalla UnipolSai Briantea84 capolista e affiancato a quel S. Stefano Avis contro cui disputerà l’ultima partita del 2018.

Vita facile per la UnipolSai Briantea84 che nel posticipo serale, come da pronostico, batte l’SBS Montello con un netto 73 a 30 e inanella la quinta vittoria consecutiva: in un match senza storia fin dalle battute iniziali, si sottolinea la nuova bella prestazione offensiva di Giulio Maria Papi, autore di una doppia doppia tra 19 punti e 13 rimbalzi. Si sblocca infine la Dinamo Lab Banco di Sardegna, che va a vincere in casa dell’HS Varese conquistando i primi punti di questa annata: partita bella e dominata dai 31 punti dell’eterno Fabio Raimondi, protagonista del parziale decisivo dei suoi e di una prova offensiva di assoluto livello (13/17 al tiro, 3/5 da tre, 7 assist). Per Varese non bastano i 20 punti di Binda per evitare la quinta sconfitta consecutiva (63-73)

I RISULTATI
Hs Varese – Dinamo Lab Banco di Sardegna 63 – 73
Santa Lucia Roma – Key Estate Porto Torres 66 a 83
Stefano Avis – Deco Group Amicacci Giulianova 74 a 58
UnipolSai Briantea84 Cantù – SBS Montello 73 a 30

LA CLASSIFICA
10 pti: UnipolSai Briantea84 Cantù
8 pti: S. Stefano Avis e Key Estate Porto Torres
6 pti: Santa Lucia Roma e Deco Group Amicacci Giulianova
2 pti: Dinamo Lab Banco di Sardegna
0 pti: Hs Varese e SBS Montello

Basket in carrozzina: altro derby lombardo in vista tra Briantea84 e SBS Montello

La quinta giornata della stagione regolare di Serie A di basket in carrozzina, la penultima dell’anno solare 2018 prima della sosta invernale, si preannuncia uno spartiacque pressoché decisivo nella corsa ai primi quattro posti, che valgono la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia al termine del girone di andata e poi i playoff Scudetto alla fine del girone di ritorno, in primavera. Una contro l’altra infatti nel corso del pomeriggio di sabato 8 dicembre, le quattro inseguitrici della capolista UnipolSai Briantea84 Cantù: alle 17, in contemporanea, a Roma ci sarà Santa Lucia contro Key Estate Porto Torres, e a Porto Potenza Picena, S. Stefano Avis contro DECO Group Amicacci Giulianova; tutte e quattro a quota 6 punti in classifica, tutte e quattro in corsa per rimanere agganciate alla vetta.

La partita di Roma rappresenta per il Santa Lucia una prova del nove dopo un avvio di stagione per certi versi sorprendente: nonostante un roster numericamente indebolito nel corso dell’estate, i romani guidati da coach Fabio Castellucci hanno inanellato una serie di prestazioni di assoluto livello, tenendo testa alla Briantea nella prima giornata, e poi vincendo tre gare consecutive, l’ultima delle quali dopo uno spettacolare overtime a Giulianova. Il Key Estate Porto Torres è reduce dalla sofferta vittoria nel derby sardo contro la Dinamo Lab, partita specchio dell’avvio di stagione di una squadra dalle grandi potenzialità ed individualità, ma ancora alla ricerca della giusta continuità, sia nell’arco della stessa partita che più in generale nel corso di un avvio di campionato che l’ha vista tre volte vittoriosa ma anche nettamente sconfitta in casa da Giulianova.

Come detto, sempre alle 17 il S. Stefano Avis ospiterà proprio la DECO Group Amicacci Giulianova nel tradizionale derby dell’Adriatico tra due delle pretendenti più accreditate ad insidiare il dominio della UnipolSai Briantea 84. Gli abruzzesi proprio una settimana fa hanno abbandonato il primo posto in classifica dopo la sconfitta casalinga contro il Santa Lucia, uno scivolone per certi versi inatteso e certamente doloroso per un gruppo che fin lì si era sempre espresso su ottimi livelli; per S. Stefano invece l’obiettivo è non perdere il passo della capolista Briantea, contro cui è arrivata l’unica sconfitta (di misura e in trasferta) di questo ottimo girone di andata, in cui il gruppo di coach Ceriscioli sembra aver gradualmente trovato la giusta chimica, dopo la brutta iniziale caduta in Supercoppa Italiana.

Nella parte bassa della classifica, incrocio tra due squadre ancora in cerca della prima affermazione: a Varese i biancorossi padroni di casa ospitano la neopromossa Dinamo Lab; per entrambe una vittoria sarebbe importante per lasciare l’ultima posizione in graduatoria e riaccendere le speranze di avvicinarsi alle prime quattro ed evitare i playout. In serata poi, il derby lombardo tra la capolista UnipolSai Briantea 84 e l’SBS Montello, terza squadra ancora a quota zero in classifica. Turno quindi sulla carta ampiamente favorevole ai Campioni d’Italia in carica, che con una vittoria prenderebbero sicuramente altro margine su due delle inseguitrici.

Tiro a segno: la squadra azzurra a Belgrado per i Campionati Europei a 10 metri

Sono in corso presso il poligono di Belgrado i Campionati Europei a metri 10 paralimpici di tiro a segno. La squadra azzurra è composta da Andrea Liverani (Milano), Massimo Croci (Reggio Emilia), Nadia Fario (Padova) e Hoda Beatrice Broccolo (Vercelli).

Ieri (mercoledì 4 dicembre), nella prima giornata di gare, Andrea Liverani ha avuto accesso alla finale di carabina R4 classificandosi al settimo posto: avrà nuovamente occasione di mettersi alla prova domani nella specialità di carabina R5 insieme a Nadia Fario che gareggerà nella P2.

Sarà possibile seguire le finali in diretta streaming cliccando qui o su questo canale YouTube.