SCUOLA

Il CIP e la Scuola interagiscono tramite le azioni promosse dalla Commissione Nazionale Scuola e dall’ufficio CIP preposto.

Il protocollo d’intesa siglato con il MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca) è un punto fondamentale dell’azione che il CIP potrà svolgere per potenziare sempre più il suo intervento nella scuola a favore degli alunni disabili sostenendo la loro partecipazione ai Campionati Sportivi Studenteschi.

Protocollo tra CIP e MIUR 20132016

 

                            COMMISSIONE NAZIONALE SCUOLA


La Commissione Nazionale Scuola propone programmi ed iniziative per la promozione dello sport paralimpico in ambito scolastico. Si occupa in particolar modo della regolamentazione ed organizzazione dei Campionati Sportivi Studenteschi, dei rapporti con MIUR e CONI per gli aspetti legati al mondo della scuola, e dell’organizzazione e la partecipazione a congressi e convegni.


BANDO DI GARA NAZIONALE " LO SPORT PER TUTTI A SCUOLA  A.S. 2016/2017

Il Comitato Italiano Paralimpico, in accordo con la Fondazione Terzo Pilastro Italia e Mediterraneo, indice anche per l'a.s. 2016/2017 uno specifico bando di Gara Nazionale, "Lo sport per tutti a scuola" - Progetti di Avviamento allo sport per studenti con disabilità degli Istituti Primari e Secondari di I e II grado (scuole medie e superiori).

L'invito a partecipare al Bando è rivolto alle Società Sportive affiliate alle entità sportive paralimpiche ( federazioni Sportive Paralimpiche, Discipline Sportive Paralimpiche ed Enti di Promozione Sportiva Paralimpica) ed è subordinato ad un accordo di collabotrazione su progetto con uno o più Istituti Scolastici.

Le domande dovranno pervenire al CIP entro e non oltre il 30 gennaio 2017 nelle modalità di cui al Bando.

Di seguito sono scaricabili i documenti relativi al Bando:

 

 


 
                                CAMPIONATI STUDENTESCHI


I Campionati Studenteschi sono indetti dal MIUR ed organizzati in collaborazione con il CONI, il CIP e le FSN. Dall’edizione del 2010 le Fasi Finali dei CS vengono organizzate dalle FSN che manifestano la loro volontà di programmare lo svolgimento delle stesse. Il CIP interviene direttamente, sia economicamente che a livello logistico, quando la FSN che aderisce all’organizzazione delle Fasi Finali non ha al suo interno la sezione paralimpica ovvero quando non è riconosciuta come Federazione Sportiva Paralimpica. Nelle altre occasioni le FSP che decidono di organizzare dette gare devono prevedere anche la partecipazione degli alunni con disabilità.
L’obiettivo che si prefiggono i CS è volto a promuovere ed incentivare nella scuola e tra i giovani la pratica motoria e sportiva, ritenuto uno strumento dalla forte valenza educativa e formativa dei giovani.
I CS promuovono le attività sportive individuali e a squadre favorendo anche l'inclusione delle fasce più deboli e disagiate presenti fra i giovani realizzando così un percorso educativo che va oltre gli ambiti disciplinari e affronta con gli alunni tematiche di carattere etico e sociale, guidandoli all'acquisizione di valori e stili di vita positivi.
Le Finali Nazionali dei CS rappresentano la conclusione di un percorso che scaturisce dall’adesione degli Istituti scolastici e dei docenti di Educazione Fisica alla pratica delle discipline sportive in ambito di Istituto, e successivamente alle selezioni di livello provinciale e regionale.
 
                             LICEI AD INDIRIZZO SPORTIVO


La Sezione dei Licei ad indirizzo sportivo è volta all’approfondimento delle scienze motorie e sportive e di una o più discipline sportive, guida lo studente a sviluppare le conoscenze e le abilità ed a maturare le competenze necessarie per individuare le interazioni tra le diverse forme del sapere, l’attività motoria e sportiva e la cultura propria dello sport, assicurando la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle metodologie. Le istituzioni scolastiche coinvolte assicurano, con opportune misure anche attraverso gli itinerari di orientamento, le pari opportunità di tutti gli studenti, compresi quelli che si trovano in condizione di criticità formativa e in condizione di disabilità.
Gli Istituti che aspirano ad essere riconosciuti Licei Sportivi devono stipulare intese a livello regionale con USR, CONI e CIP
 
                                           SPORT DI CLASSE


MIUR e CONI hanno coinvolto il CIP nel progetto inserendo i referenti CIP, con compiti di collaborazione e consulenza, negli Organismi Regionali dello Sport a Scuola, e nella formazione dei Tutor.


  
                    CONVENZIONI CON  ISTITUTI SCOLASTICI


Gli Istituti Scolastici possono convenzionarsi al CIP e l’adesione al CIP dei suoi alunni con disabilità determina l’estensione gratuita delle garanzie assicurative contro gli infortuni per tutti coloro che svolgono le attività paralimpiche previste dall’Istituto Scolastico.
A tutti i suddetti aderenti presso il CIP è consentita la partecipazione alle attività di avviamento allo sport organizzate dai rispettivi Organi Territoriali CIP.

Normativa Convenzionamento e adesione Istituti Scolastici


Il regolamento sulle attività di avviamento allo sport consente, a titolo gratuito, il convenzionamento con il CIP di CASP, Istituti Scolastici, Unità Spinali e Centri di Riabilitazione, permettendo ai propri aspiranti atleti di aderire al CIP, con la conseguente estensione gratuita delle garanzie assicurative contro gli infortuni, e di partecipare direttamente alle attività sportive promosse a livello regionale.

 

 

 

 

CASP - UNITA' SPINALI/CENTRI DI RIABILITAZIONE

 

I Centri di Avviamento allo Sport Paralimpico (C.A.S.P.) costituiscono lo strumento per mezzo del quale il CIP favorisce la costruzione di un processo educativo sportivo nelle persone con disabilità allo scopo di produrre, simultaneamente, formazione ai valori paralimpici ed emersione dei giovani talenti paralimpici.
Per raggiungere questo obiettivo  i CASP devono offrire un’efficace azione formativa di base ad ogni disabile, qualunque sia la sua condizione di partenza.
A tal proposito i CASP non devono lavorare solo e direttamente sulla persona con disabilità ma soprattutto sulle condizioni che gli permettono di esprimersi ponendolo, in ogni modo al centro del progetto che ha come idea predominante quella dello sport come mezzo di affermazione della persona.
Per realizzare questo ambizioso obiettivo il CIP ha bisogno delle Associazioni Sportive, come struttura di base del movimento sportivo, fornendogli gli strumenti per migliorare le strategie dell’attività paralimpica di base.
I due soggetti primari dell’attività posta in essere nei Centri di Avviamento allo Sport Paralimpico sono i giovani e potenziali atleti disabili che avranno così la possibilità di fare esperienze sportive multidisciplinari prima di scegliere od essere indirizzati verso lo sport paralimpico a loro più congeniale per attitudine e competenze motorie e gli atleti  portatori di disabilità particolarmente gravi che potranno così continuare nel tempo a sperimentare percorsi formativi motorio-sportivi senza alcuna finalità di carattere agonistico e competitivo.

Il regolamento sulle attività di avviamento allo sport consente, a titolo gratuito, il convenzionamento con il CIP di CASP, Istituti Scolastici, Unità Spinali e Centri di Riabilitazione, permettendo ai propri aspiranti atleti di aderire al CIP, con la conseguente estensione gratuita delle garanzie assicurative contro gli infortuni, e di partecipare direttamente alle attività sportive promosse a livello regionale.

 

 

 

 

UNITA' SPINALI/CENTRI DI RIABILITAZIONE

Il CIP prevede la possibilità di adesione diretta da parte di utenti, operatori e dirigenti dei centri di riabilitazione/unità spinali convenzionati con il CIP. Gli assistiti delle Unità Spinali/Centri di riabilitazione saranno avviati allo sport secondo le modalità previste dalla convenzione in essere tra le parti. L’adesione al  CIP determina l’estensione gratuita delle garanzie assicurative contro gli infortuni per tutti coloro che svolgono le attività di avviamento allo sport previste dalle rispettive convenzioni soprattutto per quelle svolte all’esterno delle strutture ospedaliere.
A tutti i suddetti aderenti presso il CIP è consentita la partecipazione alle attività di avviamento allo sport organizzate dai rispettivi Organi Territoriali del CIP.

 

 

 

INAIL

 La convenzione quadro in essere tra il CIP e l’INAIL ha tra i suoi obiettivi principali la promozione del reinserimento sociale attraverso la pratica sportiva amatoriale.Nell’ accordo sono previste “Iniziative di collaborazione, consulenza, studio per la diffusione dello sport tra i disabili da lavoro”  attraverso attività  di cooperazione, consulenza ed orientamento da parte di esperti del CIP e delle sue entità riconosciute alle Equipe multidisciplinari, operanti presso le Sedi e le Direzioni Regionali dell’INAIL per fornire maggiori occasioni riabilitative alle persone con disabilità da lavoro, al fine sia di diffondere la pratica sportiva come parte integrante del processo riabilitativo, sia di individuare la tipologia di disciplina sportiva più confacente al singolo assistito in relazione alle proprie attitudini, all’età ed al tipo di menomazione.Si cerca così di garantire, attraverso i Comitati Regionali CIP ed i referenti territoriali delle sue FSP e DSP, alle persone disabili assistiti dell'INAIL che ne facciano richiesta, ove non già iscritti al CIP o ad un’entità sportiva da esso riconosciuta, il tesseramento gratuito, comprensivo di tutti i benefici e le condizioni di vantaggio che da esso conseguono, e, per ciascuno di essi, la partecipazione a corsi gratuiti di “orientamento” nella disciplina prescelta. Il regolamento dei Corsi di avviamento CIP/INAIL prevede a titolo gratuito, il tesseramento dell'assistito INAIL.

 

 

 SPORTELLI INFORMATIVI CIP-INAIL

 

Sono aperti per effetto della Convenzione quadro Cip/Inail gli sportelli informativi sul territorio nazionale situati presso le sedi periferiche dell’Inail. La loro apertura è autorizzata dal Cip Nazionale per il tramite della Giunta. Grazie alla presenza di un operatore Cip presso lo sportello vengono trasmesse informazioni sulla realtà sportiva paralimpica al fine di avvicinare gli assistiti inail al mondo sportivo. 


 

I NOSTRI PARTNER