SportAbilia: appuntamento venerdì 19 gennaio, ore 19.55, su Rai Sport + HD

Prima puntata del 2018 di SportAbilia, il tradizionale contenitore Rai dedicato al mondo degli sport paralimpici. Venerdì 19 gennaio alle ore 19.55, su Rai Sport + HD, Lorenzo Roata, ideatore e conduttore del programma, analizzerà i principali avvenimenti legati al mondo della disabilità sportiva. 

Nel primo servizio si parlerà della prima edizione del Campionato Italiano di wheelchair rugby, che si è svolto a Padova dal 15 al 17 dicembre e che ha visto la formazione di casa aggiudicarsi il Tricolore. Ad approfondire il racconto delle gare un'intervista effettuata da Roata al capitano della formazione patavina Davide Giozet. 

Spazio, quindi, al raduno della Nazionale Italiana Under 22 di pallacanestro in carrozzina, che si è svolto a Bologna il 6 gennaio. Un appuntamento importante, per il Direttore Tecnico Carlo Di Giusto e per il coach Marco Bergna, che hanno avuto modo di visionare 17 ragazzi in grado di rappresentare il futuro non solo della Nazionale Under 22 ma anche di quella Maggiore. 

Dedicata a Carlotta Gigli l'apertura del notiziario flash. La nuotatrice azzurra, reduce dai trionfi dei Mondiali di Città del Messico - dove ha ottenuto 5 medaglie d'oro e 1 d'argento - è una delle candidate al titolo di Atleta del mese dall'International Paralimpic Committee. Secondo servizio dedicato alla mascotte dei Giochi Paralimpici Invernali di PyeongChang 2018 ormai alle porte. Rimanendo in tema sport invernali, nel terzo servizio si parlerà del trionfo della coppia Bertagnolli/Casal e del bronzo di Renè Silvestro in occasione della tappa di Coppa del Mondo di sci alpino di Kuthai del dicembre scorso. Chiusura del notiziario flash dedicata al basket in carrozzina, dove si parlerà della prima debacle stagionale dei campioni d'Italia in carica di Cantù, sconfitti da Roma nella prima giornata del girone di ritorno, ma anche della seconda vittoria consecutiva di Porto Torres, che ha superato Varese e si è scrollata di dosso il ruolo di fanalino di coda del Campionato. A raccontare il successo degli isolani il capitano del roster sardo Beatrice Ion. 

Sci alpino: primi Bertagnolli e Casal nello slalom di Coppa del Mondo di Veysonnaz

Splendida doppia performance della coppia visually impaired nello slalom odierno della Coppa del Mondo di sci alpino IPC a Veysonnaz (SWI). Gli azzurri Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal salgono sul primo gradino del podio con 1: 29.69 al termine della seconda run, davanti al canadese Marcoux (1:31.88) e allo spagnolo Santacana (1:35.83). Solo 18° Rossi in categoria sitting (1:50.06), nella gara vinta dal francese Francois (1:29.56), fuori De Silvestro. Bendotti, in standing, è 18° (1:41.24), vince lo statunitense Stanton in 1:29.86. 

"Ancora un'altra grande prestazione della coppia Bertagnolli-Casal che si conferma una straordinaria realtà degli sport paralimpici invernali. Un primo posto in coppa del mondo che fa ben sperare per i prossimi importanti appuntamenti. Bravi ragazzi continuate così". E' il commento di Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

Para ice hockey: il quadrangolare internazionale di Torino alle porte

Al Palatazzoli di Torino, dal 22 al 27 gennaio, il Torneo Internazionale di para ice hockey che vedrà l'Italia opposta a USA, Giappone e Norvegia per l'ultimo test event degli azzurri sulla strada per i Giochi Paralimpici Invernali di PyeongChang 2018. La RAI sarà media partner dell'evento, e proporrà gli incontri dell'Italia parte in diretta e parte in differita su Raisport (secondo la programmazione indicata sotto). 

I convocati:

Gabriele ARAUDO
Alessandro ANDREONI
Eusebiu ANTOCHI
Bruno BALOSSETTI
Gian Luca CAVALIERE
Valerio CORVINO
Christoph DEPAOLI
Sandro KALEGARIS
Stephan KAFMANN
Nils LARCH
Gregory Brian Alexis LEPERDI
Andrea MACRI'
Florian PLANKER
Roberto RADICE
Gianluigi ROSA
Santino STILLITANO
Werner WINKLER

 

Draft

La programmazione RAISPORT

 

Cattura

Sci alpino: quarti Bertagnolli/Casal nel gigante di Veysonnaz. Oggi la seconda gara

Primi risultati da Veysonnaz (SWI), dove è in corso e si chiude oggi la Coppa del Mondo IPC di sci alpino. Nel gigante di ieri, migliori degli azzurri i visually impaired Bertagnolli e Casal, giunti quarti con 1:45.36, nella gara vinta dallo slovacco Kubacka (1:41.99). Tra i sitting, René De Silvestro si posiziona 6° in 1:46.22 nella gara andata al giapponese Morii che ferma il cronometro su 1:43.97. IN categoria standing Davide bendotti è 25° con 1:57.74, mentre al primo posto si posiziona lo svizzero Gmur con 1:41.40. Corradini, poi, tra le standing è 11^ con 2:01.51, mentre prima è la Bochet (1:51.91). Gli altri azzurri Rossi e Michieletto in sitting sono rispettivamente 22° in 1:55.12 e 26° in 1:57.51. Oggi secondo gigante poi la chiusura e l'arrivederci a Tignes (FRA) dal 21 al 26, per la prossima tappa di World Cup.

Ciclismo paralimpico: dal 2 al 5 agosto i Mondiali su strada UCI di Maniago (PN)

Dopo aver ospitato la tappa di Coppa del Mondo nel 2015 e nel 2017, la città friulana di Maniago, in provincia di Pordenone, sarà al centro dello sport paralimpico con il mondiale UCI di para-cycling su strada, in programma dal 2 al 5 agosto. Oggi, a Palazzo Chigi, si è svolta la conferenza stampa cui hanno preso parte, ospiti del Ministro dello Sport Luca Lotti, il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, il Presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco, il segretario generale del Coni Roberto Fabbricini. In rappresentanza degli atleti, Paolo Cecchetto e Luca Mazzone, accompagnati dal Tecnico azzurro Mario Valentini.

"Dico grazie a voi e alla vostra famiglia paralimpica - ha spiegato il ministro - un pezzo del racconto di come abbiamo voluto impostare il nostro anno di lavoro, grazie al nostro rapporto che è nato a Rio 2016. Il nostro Paese è in grado di dimostrare che siamo in grado di organizzare eventi come questo. Ora tocca ai nostri ragazzi vincere una medaglia, so che saranno tanti". Lotti ha anche ricordato che nel pacchetto sport sono previsti "2 milioni e mezzo all'anno per i prossimi due anni per acquisto di strumenti e ausili per gli sport paralimpici".

"La scelta di questa location, Palazzo Chigi, per presentare i Mondiali su strada di paraciclismo non è casuale. Si tratta allo stesso tempo di un riconoscimento al movimento paralimpico e al lavoro svolto in questi anni nonchè il segno dell'attenzione e della passione dimostrati dal Ministro dello Sport Luca Lotti, che ha dato un sostegno concreto all'organizzazione di questi Mondiali in Italia, oltre che a tutto il movimento paralimpico e non solo nella conquista della natura pubblicistica dell'Ente Pubblico", ha dichiarato il presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli. "La passione, in ogni cosa, è il presupposto per risultati di successo - ha aggiunto il numero 1 del Cip -  Il mio ringraziamento al Minstro è anche per aver accolto da subito il suggerimento a prevedere, nel 'Pacchetto Sport', le coperture economiche a sostegno dell'acquisto di protesi e ausili, da parte degli atleti disabili. Questa norma dimostra grande attenzione alla causa sociale del movimento".

"A Maniago ci sentiamo a casa, c'è massima disponibilità del comune e ospitalità da parte della comunità locale", ha spiegato Di Rocco, ringraziando Lotti e illustrando numeri positivi, sia per quanto riguarda il para-ciclismo che quello femminile, che ormai rappresenta "il 55% dei successi del nostro movimento".

Dal punto di vista del Comitato olimpico, Fabbricini ha rilevato che "Questo evento mondiale è molto importante per Coni e Cip. Entrambi lavoriamo insieme per il successo dello sport italiano". Tra gli ospiti, anche i pluricampioni di handbike Luca Mazzone e Paolo Cecchetto: "Mazzone ha vinto più di di tutti, Cecchetto è la perseveranza e il lavoro. Abbiamo una squadra forte", la sintesi del ct Mario Valentini. "Lo sport paralimpico - ha fatto sapere il pluricampione Alex Zanardi in un videomessaggio - riesce a far compiere imprese eccezionali, e regala più facilmente un'ispirazione a trasformare la vita in una grande opportunita".

Sci alpino: alla Coppa del Mondo di Croazia ancora 6^ Melania Corradini

Conclusa con il secondo slalom di ieri, 9 gennaio, la Coppa del Mondo di sci alpino IPC a Sljeme Zagreb, in Croazia. Ancora 6^ l'azzurra standing Melania Corradini, che ferma il cronometro della seonda run sul 1:14.42, prima l'inossidabile francesce Marie Bochet (1:01.26). Davide Bendotti, in categoria standing, si ferma a 2:05.23, quando al primo posto si posiziona l'austriaco Wuerz con 1:52.39. Renè De Silvestro, sitting, esce prima del termine della gara (DNF) in cui si impone il polacco Sikoroski con 1:51.18. Il tandem visually impaired formato da Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal, infine, non parte affatto (DNS). 

Appuntamento per tutti, ora, l'11 e 12 gennaio a Kranjska Gora, in Slovenia, per i due slalom giganti nel programma della prossima Coppa del Mondo di sci alpino.

Carlotta Gilli in corsa per l'Atleta del Mese Allianz IPC. Vota anche tu

Cinque ori e un argento per Carlotta Gilli ai Mondiali di Nuoto Mexico City 2017 e ora la nomination IPC per Atelta del Mese Allianz di dicembre. Per Carlotta,, in Messico al suo debutto mondiale, gli ori sono arrivati nei 100 metri dorso S13, nei 100 metri farfalle S12-13, nei 100 metri stile libero S13, nei 200 metri misti SM13 e nei 50 metri stile libero S13. L’argento nei 400 metri stile libero S13.

Vota la nuotatrice torinese e spingila a vincere!

VOTA QUI

Sci Alpino: in Coppa del Mondo, a Sljeme Zagreb, 6^ Corradini migliore degli azzurri

Ieri primo dei due giorni di gara a Sljeme Zagreb, in Croazia, per la squadra azzurra di sci alpino, impegnata nella prima Coppa del Mondo IPC dell'anno, sulla strada per PyeongChang 2018. Il tandem visually impaired formato da Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal terzo nella prima run di slalom viene squalificato nella seconda, mentre Melania Corradini, in standing, chiude la seconda discesa in 6^ posizione (2:26.05), quando si aggiudica la gara la francese avversaria di sempre, Marie Bochet (2:01.78). Quindicesimo Davide Bendotti, categoria standing, con 2:05.23, mentre primo è l'austriaco Wuerz in 1:52.39, mentre non termina Rene De Silvestro in sitting. Oggi ultimo giorno di gare con un altro slalom per tutte le categorie.

Candidati alla Presidenza, alla Giunta Nazionale e al Collegio dei Revisori dei Conti del Comitato Italiano Paralimpico

Il 3 gennaio alle ore 15,00 si sono chiusi i termini per la presentazione delle candidature alla carica di Presidente del CIP, alla carica di componente della Giunta Nazionale e di componente del Collegio dei Revisori dei Conti. Ecco i nomi dei candidati ufficiali che saranno votati in occasione del Consiglio Nazionale Elettivo in programma a Roma il prossimo 24 gennaio

PRESIDENTE

Luca PANCALLI

GIUNTA NAZIONALE

Rappresentanti Federazioni Sportive Paralimpiche (FSP) – Federazioni Sportive Nazionali Paralimpiche (FSNP) – Discipline Sportive Paralimpiche (DSP) – Discipline Sportive Associate Paralimpiche (DSAP) 

Dirigenti (7 componenti. Fra essi i Presidenti di FSP-FSNP-DSP-DSAP non possono essere in numero superiore a 5, di cui almeno 3 Presidenti di FSP o DSP)

Marco BORZACCHINI (FISDIR), Remo BREDA, Renato Romeo DI ROCCO (FCI), Paola FANTATO, Sandrino PORRU (FISPES), Mario SCARZELLA (FITARCO), Roberto VALORI (FINP)

Atleti (2 componenti, garantendo un’equa rappresentanza di atleti ed atlete)

Martina CAIRONI (FISPES), Alessio SARRI (FIS)

Tecnici (1 componente)

Giuseppe BRESCIANI (FISDIR-FINP), Marco PECIAROLO (FISDIR)

Rappresentante ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA PARALIMPICA – EPP/EPSP (1 componente)

Bruno MOLEA (AICS)

Rappresentante COMITATI REGIONALI (1 componente)

Massimo PORCIANI

Rappresentante DELEGATI PROVINCIALI (1 componente)

Ivan BORSERINI, Patrizia SACCA’

COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI (1 componente CIP)

Lorenzo CINGOLO, Carlo CINOTTI, Luigi Silvano GERACITANO

Per tutto quanto non previsto si rimanda alle procedure elettorali disponibili sul sito del CIP a questo LINK

 

2018, l'anno di PyeongChang. Dal 9 al 18 marzo le Paralimpiadi invernali

Il 2018 sarà l'anno dei Giochi Paralimpici invernali. Cresce l'attesa per un appuntamento sportivo prestigioso per il movimento paralimpico internazionale. Dal 9 al 18 marzo l'attenzione si sposterà in Corea del Sud, a PyeongChang, dove l'Italia è chiamata a riscattare la spedizione del 2014 conclusasi senza medaglie.

Gli azzurri paralimpici si misureranno nello sci nordico e alpino, nello snowboard e nel para-ice hockey. Due le federazioni coinvolte: la Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici e la Federazione Italiana Sport del Ghiaccio.

"Dopo quello che è successo in Russia sono cauto - ha dichiarato il presidente del Comitato Italiano paralimpico Luca Pancalli - Nell'ultimo quadriennio abbiamo avviato un nuovo corso: la Federazione ha intrapreso un percorso di rinnovamento e questo mi rende moderatamente soddisfatto. Abbiamo alcune giovani promesse. Guardiamo a loro con attenzione e speranza. le Paralimpiadi invernali sono sempre particolari: dipende dalla giornata, dalla sciolina, da fattori come un colpo di vento o la condizione della pista. E' tutto un punto interrogativo".

"Vincere le medaglie paralimpiche e mondiali è importante per i nostri atleti, campioni e campionesse di altissimo livello. Ma è soprattutto fondamentale per la promozione dello sport tra le persone con disabilità", ha aggiunto Pancalli.

(Foto: fonte Coni)