Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione e altre funzioni. Continuando con la navigazione, l'utente acconsente all'uso di tali cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Luca Pancalli saluta la stampa alla chiusura dell'anno sportivo

images/medium/AUG_0044.jpg

"Mi fa piacere condividere con gli amici della stampa il mio pensiero di fine anno. Continuiamo con grande umiltà, con chiarezza di intenti e con orgoglio per quanto fatto, per le difficoltà che siamo riusciti a superare. Eravamo infatti consapevoli della strada tortuosa che avremmo dovuto affrontare, nella separazione dal mondo olimpico, una scelta sofferta ma doverosa, considerato che a posteriori ci ha dato la visibilità che meritavamo. E questo oggi nessuno ce lo può contestare, certe scelte pur dure stanno pagando. Poi, come uomini di sport e parte del sistema sportivo italiano, che secondo noi deve crescere insieme, guardiamo con attenzione a quanto di nuovo accade e accadrà nel mondo dello sport. Ma guardando al nostro particolare, il riconoscimento da parte del Capo dello Stato al recente Festival della Cultura Paralimpica ci ha lusingati, stiamo facendo tanti piccoli passi e vedremo se il tempo darà ragione alle nostre strategie e se si potrà recuperare un equilibrio di sistema sportivo-Paese. Sistema che poi è trainante per tutti, senza distinzione tra le famiglie olimpica e paralimpica, al di là delle medaglie e parlando sostanzialmente di politiche sportive pubbliche". E' questo il messaggio che Luca Pancalli ha voluto trasmettere alla stampa, riunita nella sede del CIP nazionale per un brindisi beneaugurale, alla vigilia delle festività natalizie e in chiusura dell'anno sportivo.