Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione e altre funzioni. Continuando con la navigazione, l'utente acconsente all'uso di tali cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Emergenza COVID-19, dal CIP via libera al piano di riparto dei 5 milioni di euro destinati allo sport paralimpico di base

images/medium/37671773_2132374520169007_510615944423276544_n-715x400.jpg

ll Comitato Italiano Paralimpico ha dato il via libera al piano di riparto del finanziamento di 5 milioni di euro destinato al sostegno dell’associazionismo sportivo di base al fine di fronteggiare la crisi economica causata dalla pandemia da COVID-19 e favorire la graduale ripresa dell’attività sportiva.

Alle Federazioni spetterà il compito di individuare i beneficiari dell’intervento e l’ammontare del contributo secondo specifici criteri approvati dalla Giunta nazionale del CIP. Il Comitato Italiano Paralimpico, all’esito provvederà all’erogazione delle somme.

Potranno accedere ai contributi le Associazioni e le Società Sportive Dilettantistiche che abbiano sede sul territorio italiano, siano iscritte al registro Nazionale CIP o CONI e abbiano svolto attività paralimpica nell’anno 2019.

Nelle loro valutazioni le Federazioni dovranno necessariamente tener contro anche del numero di tesserati e dell'effettiva partecipazione delle Associazioni e Società sportive dilettantistiche all’attività federale. L’obiettivo del CIP è di rendere disponibili queste risorse entro il mese di luglio.

“Stiamo velocizzando il lavoro amministrativo per consentire di trasferire al più presto questi 5 milioni di euro a tutte quelle realtà sportive di base che stanno attraversando una crisi durissima. Alcune di queste non riescono più a garantire lo svolgimento delle attività paralimpiche. Si tratta di un rischio che non possiamo correre. Migliaia di ragazze e ragazzi con disabilità vivono lo sport come uno dei pochi strumenti di socialità e benessere. Per fortuna, grazie al prezioso lavoro svolto quotidianamente dalle Federazioni e dalle Discipline sportive, possiamo contare su una macchina ben rodata. Vogliamo fare in modo che queste risorse giungano nel momento del bisogno”. È quanto dichiara Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico.