Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione e altre funzioni. Continuando con la navigazione, l'utente acconsente all'uso di tali cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

FORZA ALEX (aggiornamenti in tempo reale)

images/medium/Zanardi_Londra_13.jpg

 Aggiornamenti in tempo reale

28 luglio 2020: Sono sempre stabili, a quanto si apprende, le condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato nel reparto di terapia intensiva neurochirurgica del San Raffaele di Milano, dove sabato è stato sottoposto al quarto intervento chirurgico alla testa dopo il drammatico incidente del 19 giugno in handbike vicino Siena. Come era previsto, oggi il campione paralimpico ha ricevuto la visita del figlio Niccolo', che negli ultimi giorni era tornato a casa in provincia di Padova.

27 luglio 2020: “Appaiono stabili” le attuali condizioni cliniche di Alex Zanardi. A comunicarlo è l’ospedale San Raffaele di Milano, dove l’atleta è stato trasferito nei giorni scorsi da Villa Beretta, presidio di riabilitazione dell’ospedale Valduce nel Lecchese. “Il giorno successivo al trasferimento nella Terapia intensiva neurochirurgica, diretta da Luigi Beretta, il paziente – ricostruiscono dall’ospedale, in un aggiornamento sulle condizioni di Zanardi – è stato sottoposto a una delicata procedura neurochirurgica eseguita dal professor Pietro Mortini, direttore dell’Unità operativa di neurochirurgia, per il trattamento di alcune complicanze tardive dovute al trauma cranico primitivo”. Al momento, concludono i medici, “gli accertamenti clinici e radiologici confermano il buon esito delle suddette cure e le attuali condizioni cliniche del paziente, tuttora ricoverato in Terapia intensiva neurochirurgica, appaiono stabili”.

26 luglio 2020: La seconda notte di Alex Zanardi nel reparto di terapia intensiva neurochirurgica del San Raffaele di Milano è trascorsa con i medici che continuano a lavorare per la stabilizzazione delle sue condizioni cliniche, come fanno sapere dall'ospedale. Resta molto delicata la situazione del campione paralimpico, che dopo un drammatico incidente in handbike il 19 giugno e' stato operato tre volte alla testa all'ospedale di Siena, ha iniziato poco piu' di un mese dopo la neuro-riabilitazione in una clinica specializzata lecchese, prima di essere trasferito di nuovo in terapia intensiva al San Raffaele venerdi' perche' le sue condizioni erano tornare instabili. Filtrano molta cautela e poche informazioni, limitate all'essenziale per volere della famiglia di Zanardi e del professor Luigi Beretta, che guida la terapia intensiva neurochirurgica, per concentrare tutte le energie e gli sforzi sulla cura dell'ex pilota. "Un paziente in terapia intensiva e' delicato, puo' avere grandi miglioramenti e peggioramenti improvvisi", e' da sempre il mantra di Beretta, un luminare che in carriera ha affrontato anche casi particolari, fra cui nel 2014 quello di una donna incinta, clinicamente morta dopo un'emorragia cerebrale fulminante, il cui corpo e' stato tenuto in vita per nove settimane grazie alle macchine per far venire alla luce il figlio (fonte Ansa).

24 luglio 2020: "In data odierna, a fronte di intercorsa instabilità delle condizioni cliniche del paziente Alex Zanardi, dopo opportune consultazioni con il Dr. Franco Molteni, Responsabile del Dipartimento di Riabilitazione Specialistica Villa Beretta, struttura afferente all'Ospedale Valduce, dove il paziente era degente dal 21 luglio, e gli specialisti di riferimento, è stato disposto il trasferimento dello stesso, con adeguati mezzi e adeguata assistenza, presso il reparto di Terapia Intensiva dell'Ospedale San Raffaele di Milano". Lo rende noto in un comunicato Claudio Zanon, direttore sanitario dell'Ospedale Valduce, precisando che "non verranno rilasciate ulteriori informazioni sul caso"

Bollettino Medico 21 luglio 2020, ore 12.00: La direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese comunica che in questi giorni si è concluso il programma di sedo-analgesia al quale era sottoposto l’atleta Alex Zanardi, ricoverato nella UOC Anestesia e Rianimazione DEA e dei Trapianti dallo scorso 19 giugno. Dopo la sospensione della sedazione, la normalità dei parametri cardio-respiratori e metabolici, la stabilità delle condizioni cliniche generali e del quadro neurologico hanno consentito il trasferimento del campione in un centro specialistico di recupero e riabilitazione funzionale. Alex Zanardi è stato quindi trasferito in data odierna in un’altra struttura.
«I nostri professionisti – afferma il direttore generale dell’Aou Senese Valtere Giovannini – rimangono a disposizione di questa straordinaria persona e della sua famiglia per le ulteriori fasi di sviluppo clinico, diagnostico e terapeutico, come sempre accade in questi casi. Ringrazio di cuore l’équipe multidisciplinare che ha preso in cura Zanardi mettendo in campo una grande professionalità, riconosciuta a livello nazionale e non solo. L’atleta ha trascorso oltre un mese nel nostro ospedale: è stato sottoposto a tre delicati interventi chirurgici e ha mostrato un percorso di stabilità delle sue condizioni cliniche e dei parametri vitali che ha permesso la riduzione e sospensione della sedazione, e la conseguente possibilità di poter essere trasferito in una struttura per la necessaria neuro-riabilitazione. Concludo mandando un grande abbraccio alla famiglia di Alex, che ha dimostrato una forza straordinaria: una dote preziosa che dovrà essere compagna di viaggio fondamentale del nuovo percorso che inizia oggi».

Bollettino Medico 16 luglio 2020, ore 16.00: In riferimento alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva dell’Aou Senese, la direzione sanitaria, in accordo con la famiglia del campione, informa che è stata avviata in questi giorni la progressiva riduzione della sedo-analgesia. In seguito alla riduzione della sedazione saranno necessari alcuni giorni per ulteriori valutazioni sul paziente da parte dall’équipe multidisciplinare che ha in cura l’atleta, per permettere ogni prosecuzione del suo percorso terapeutico e riabilitativo. Attualmente, rimangono stabili i parametri cardio-respiratori e metabolici, permane grave il quadro neurologico e la prognosi rimane riservata. Ulteriori informazioni sulle condizioni di salute di Alex Zanardi verranno diffuse la prossima settimana in accordo con la famiglia.

Bollettino Medico 6 luglio 2020, ore 17.00: In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, la direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese informa che il paziente è stato sottoposto ad un nuovo intervento chirurgico, eseguito dai professionisti del maxillo-facciale e della neurochirurgia, volto alla ricostruzione cranio-facciale e alla stabilizzazione delle zone interessate dal trauma riportato in seguito all’incidente del 19 giugno scorso. L’operazione effettuata fa parte degli interventi programmati dall’équipe multidisciplinare che ha in cura l’atleta per permettere ogni prosecuzione del percorso terapeutico. «Le fratture erano complesse», spiega il professor Paolo Gennaro, direttore della UOC Chirurgia Maxillo-Facciale dell’Aou Senese, aggiungendo come «questo abbia richiesto un’accurata programmazione che si è avvalsa di tecnologie computerizzate, digitali e tridimensionali, fatte a misura del paziente. La complessità del caso era piuttosto singolare, anche se – conclude il professor Gennaro – si tratta di una tipologia di frattura che nel nostro centro affrontiamo in maniera routinaria».
Dopo l’intervento, durato circa 5 ore, Alex Zanardi è stato nuovamente ricoverato nel reparto di Terapia intensiva dove resta sedato e ventilato meccanicamente: le sue condizioni rimangono stabili dal punto di vista cardio-respiratorio e metabolico, gravi dal punto di vista neurologico, la prognosi rimane riservata. 
Il paziente viene valutato quotidianamente dai professionisti che lo hanno in cura e sulla base di questo, anche in accordo con la famiglia Zanardi, l’Aou Senese comunica che il prossimo bollettino verrà diramato non appena ci saranno significative variazioni del quadro clinico dell’atleta.

Bollettino Medico 30 giugno 2020, ore 17.00: In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte dallo scorso 19 giugno, la direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese informa che, in seguito al secondo intervento di neurochirurgia a cui è stato sottoposto nella giornata di ieri, lunedì 29 giugno, il paziente a distanza di circa 24 ore dall’operazione presenta condizioni cliniche stazionarie ed un decorso stabile dal punto di vista neurologico, il cui quadro rimane grave. Alex Zanardi è ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva, dove resta sedato e intubato, e la prognosi rimane riservata. In accordo con la famiglia non saranno diramati altri bollettini medici in assenza di significativi sviluppi.

Bollettino Medico 29 giugno 2020, ore 18.00: In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte dallo scorso 19 giugno, la direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese informa che, nell’ambito delle valutazioni diagnostico-terapeutiche effettuate dall’équipe che ha in cura l’atleta, è stata effettuata una TC di controllo. Tale esame diagnostico ha evidenziato un’evoluzione dello stato del paziente che ha reso necessario il ricorso ad un secondo intervento di neurochirurgia. Dopo l’intervento, durato circa 2 ore e mezza, Alex Zanardi è stato nuovamente ricoverato nel reparto di Terapia intensiva dove resta sedato e intubato: le sue condizioni rimangono stabili dal punto di vista cardio-respiratorio e metabolico, gravi dal punto di vista neurologico, la prognosi rimane riservata. «L’intervento effettuato – dichiara il direttore sanitario dell’Aou Senese Roberto Gusinu – rappresenta uno step che era stato ipotizzato dall’équipe. I nostri professionisti valuteranno giorno per giorno l’evolversi della situazione, in accordo con la famiglia il prossimo bollettino sarà diramato tra circa 24 ore».

Bollettino Medico 24 giugno 2020, ore 12.00: Rimangono stazionarie le condizioni di Alex Zanardi, ricoverato nella terapia intensiva del policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena da venerdì 19 giugno. L’atleta ha trascorso la quinta notte di degenza senza sostanziali variazioni nelle sue condizioni cliniche, per quanto riguarda i parametri cardio-respiratori e metabolici, e rimane grave il quadro neurologico. Continua il neuromonitoraggio e viene valutato costantemente da un’équipe formata principalmente da anestesisti-rianimatori e neurochirurghi, affiancata da un team multidisciplinare in base alle diverse esigenze cliniche. Il paziente è sempre sedato, intubato e ventilato meccanicamente e la prognosi rimane riservata.

Sentita la famiglia, si ritiene utile non diffondere altri bollettini medici sino a quando non ci saranno variazioni significative sul suo stato di salute.

Bollettino Medico 23 giugno 2020, ore 11.30: In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, la direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese informa che il paziente ha trascorso anche la quarta notte di degenza nel reparto di terapia intensiva del policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena in condizioni di stabilità nei parametri cardio-respiratori e metabolici. Il quadro neurologico resta invariato nella sua gravità. Il paziente rimane sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Eventuali riduzioni della sedo-analgesia, per la valutazione dello stato neurologico, verranno prese in considerazione a partire dalla prossima settimana. La prognosi rimane riservata.

Bollettino Medico 22 giugno 2020, ore 12.00: Rimangono stabili le condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte dal 19 giugno. La terza notte di degenza in terapia intensiva é trascorsa senza variazioni. Le condizioni cliniche rimangono quindi invariate nei parametri cardio-respiratori e metabolici  mentre resta grave il quadro neurologico. Il paziente é sedato, intubato e ventilato meccanicamente e la prognosi é riservata. L'equipe multidisciplinare che lo ha in cura valuterà nei prossimi giorni eventuali azioni diagnostico-terapeutiche da intraprendere.

Bollettino Medico 21 giugno 2020, ore 11.30: In merito alle condizioni cliniche dell’atleta Alex Zanardi, ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena dal 19 giugno a seguito di incidente stradale, la Direzione Sanitaria informa che il paziente ha trascorso la notte in condizioni di stabilità cardio-respiratoria e metabolica. Le funzioni d’organo sono adeguate. E’ sempre sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Il neuromonitoraggio in corso ha mostrato una certa stabilità ma questo dato va preso con cautela perchè resta grave il quadro neurologico. Le condizioni attuali di stabilità generale ancora non consentono di escludere la possibilità di eventi avversi e, pertanto, il paziente resta sempre in prognosi riservata.

Bollettino Medico 20 giugno 2020, ore 10.00: In merito alle condizioni cliniche dell’atleta Alex Zanardi, ricoverato dalle ore 18 del 19 giugno in gravissime condizioni al policlinico Santa Maria alle Scotte a seguito di incidente stradale avvenuto in provincia di Siena, la Direzione Sanitaria dell’Aou Senese informa che il paziente, sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico nella serata del 19 giugno, e successivamente trasferito in terapia intensiva, ha parametri emodinamici e metabolici stabili. E’ intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico.

Bollettino Medico 19 giugno 2020, ore 22.38: In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato in condizioni gravissime al policlinico Santa Maria alle Scotte a causa di un incidente stradale avvenuto in provincia di Siena, la Direzione Sanitaria dell’Aou Senese informa che l’intervento neurochirurgico e maxillo-facciale a cui è stato sottoposto l’atleta, a causa del grave trauma cranico riportato, è iniziato poco dopo le 19 e si è concluso poco prima delle 22. Il paziente è stato poi trasferito in terapia intensiva, in prognosi riservata. Le sue condizioni di salute sono gravissime.

Bollettino Medico 19 giugno 2020, ore 19.45: E’ ricoverato in condizioni gravissime al policlinico Santa Maria alle Scotte Alex Zanardi, pilota automobilistico, paraciclista e conduttore televisivo, rimasto coinvolto in un incidente stradale in provincia di Siena. Zanardi è stato trasportato con l’elisoccorso Pegaso ed è atterrato all’ospedale di Siena alle ore 18. E’ stato subito preso in cura dai professionisti del Pronto Soccorso, valutato in shock room e le sue condizioni sono gravissime per il forte trauma cranico riportato ed è al momento sottoposto ad un delicato intervento di neurochirurgia.

L'accaduto

Alex Zanardi è stato coinvolto nella giornata venerdì 19 giugno  in un drammatico incidente stradale sulla statale 146 in provincia di Siena mentre era impegnato in una delle tappe della staffetta di “Obiettivo Tricolore”, un viaggio tra le bellezze del nostro paese dal lago Maggiore a Santa Maria di Leuca che Alex avrebbe percorso con campioni dello sport in sella alla sua handbike.

Il viaggio, iniziato per lanciare un messaggio di rinascita del nostro paese attraverso lo sport dopo che la pandemia di Covid 19 ha segnatamente colpito la nostra penisola, si è tragicamente interrotto intorno alle 17 di venerdì quando, stando alla ricostruzione dei fatti tuttora in corso e in fase di verifica da parte delle autorità competenti Alex, che procedeva in testa al gruppo, si è imbarcato su un lungo rettilineo in lieve discesa perdendo il controllo della sua handbike e finendo contro il montante di un autotreno che viaggiava in direzione opposta e che nulla ha potuto per evitare il contatto nonostante il disperato tentativo di sterzata. I primi soccorsi, accorsi non appena allertati, hanno permesso al campione emiliano di essere trasportato in elisoccorso presso il Policlinico Santa Maria alle Scotte, dove è stato preso in cura dai professionisti del Pronto Soccorso.

Insieme al 53enne pluricampione paralimpico c’era anche la moglie Daniela, che verrà raggiunta poco dopo in ospedale dal figlio Niccolò. 

Sono sconvolto, senza parole. Una notizia terribile” il primo commento del Presidente del Cip Luca Pancalli una volta appresa la notizia che ha aggiunto: “siamo nelle mani dei medici e confidiamo nella forza di Alex”.

Innumerevoli i messaggi a mezzo social da parte di  personalità del mondo politico, sportivo, dello spettacolo ma anche di gente comune che in questo momento così difficile hanno voluto testimoniare la loro vicinanza a Zanardi e alla famiglia.

FORZA ALEX