Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione e altre funzioni. Continuando con la navigazione, l'utente acconsente all'uso di tali cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

I progressi in vista di Tokyo 2020

images/medium/Tokyo_2020_Olympic_Stadium_2.jpg

Organizzatori determinati a fornire giochi sicuri, protetti e di successo la prossima estate

Si sono svolti tra il 16 e il 18 novembre una serie di incontri cui hanno partecipato i vertici del CIO e dell’IPC, meeting che hanno ribadito il pieno impegno di tutti i partner a organizzare i Giochi Olimpici e Paralimpici.

Il presidente dell'IPC, Andrew Parsons, presente in teleconferenza ha dichiarato: “Mai prima d'ora nella storia era stato impiegato un tale livello di pianificazione e preparazione nell'organizzazione di un grande evento sportivo. Nessun elemento viene lasciato al caso poiché tutti i partner lavorano insieme per garantire giochi olimpici e paralimpici in totale sicurezza.

“Questo livello di lavoro e impegno da parte di tutti i players non sarà vano. Dopo un terribile 2020, i Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 saranno una celebrazione della diversità e delle capacità umane, una vetrina globale di resilienza e il punto di partenza per un mondo post-corona virus migliore e più inclusivo".

Una forte cooperazione attraverso forum regolari, come le task force "Here We Go" e “All-Partner", rimarranno il fattore trainante del progresso di Tokyo 2020. Ciò è accaduto nelle comunicazioni congiunte con le parti interessate, come i recenti webinar di Chef de Mission, il seminario IF o il briefing sulle emittenti del mondo virtuale con aggiornamenti sulle operazioni stampa.

CIO e IPC hanno concordato sull'importanza di comunicazioni chiare e tempestive nei prossimi mesi, con un progetto per lo sviluppo di una serie di Playbook; creati da CIO, IPC e Tokyo 2020, costituiranno delle linee guida per ogni gruppo di stakeholder e includeranno informazioni importanti sulle misure attuate. Un elemento chiave all'interno di questi Playbook saranno i dettagli delle contromisure al COVID-19, argomento trattato in modo dettagliato per identificare soluzioni ottimali al fine di ospitare i Giochi del prossimo anno in un ambiente sicuro e protetto, in grado di tutelare sia la popolazione locale giapponese che tutti i visitatori, inclusi atleti, funzionari e spettatori. Tema importante trattato è stato quello relativo ai viaggi di quanti raggiungeranno la capitale del Giappone per partecipare ai Giochi.

Nel corso della riunione è stato sottolineato a più riprese come il ritorno dello sport ha anche contribuito ad aumentare la fiducia tra le parti interessate: in particolare in Giappone gli eventi di calcio e baseball professionistici hanno accolto migliaia di spettatori nelle ultime settimane.

Questo slancio positivo è stato ulteriormente fornito all'inizio di questo mese quando la Federazione internazionale di ginnastica (FIG), in collaborazione con l'Associazione giapponese di ginnastica, ha organizzato con successo la "Gara di amicizia e solidarietà". Questo evento ha accolto atleti provenienti da quattro paesi e oltre 2.000 spettatori al Yoyogi National Gymnasium di Tokyo, sede delle competizioni di pallamano, badminton e rugby in carrozzina durante i Giochi Olimpici e Paralimpici.

 

Fonte: paralympic.org

Photo credits: Tokyo 2020