Tanti i big impegnati in Ungheria

Sono dieci gli atleti italiani che prenderanno parte da domani a domenica alla tappa di Eger del circuito di Coppa del Mondo di scherma paralimpica. Sulle pedane ungheresi è infatti in programma il primo Memorial "Zsolt Kaposvari" in ricordo dell'arbitro di scherma prematuramente scomparso nei mesi scorsi e che proprio ad Eger, nel 2015, ha arbitrato il suo ultimo Campionato del Mondo. A rappresentare l'Italia in Ungheria ci saranno le medagliate paralimpiche Andreea Mogos, Loredana Trigilia e Beatrice "Bebe" Vio reduce dalla premiazione del "Laureus Award". Assieme a loro anche Alessia Biagini, a comporre la squadra femminile, mentre la compagine maschile sarà composta dall'esperto Alessio Sarri, da Emanuele Lambertini, Matteo Dei Rossi, Edoardo Giordan, Gabriele Leopizzi e Gianmarco Paolucci.

A seguire gli azzurri ci saranno i Commissari tecnici Simone Vanni per il fioretto e Francesco Martinelli per la spada, mentre mancherà il responsabile della sciabola, Marco Ciari per il quale l'esordio alla guida degli azzurri è rinviato al prossimo appuntamento di Coppa del Mondo, in quanto rimasto in Italia per via di un attacco influenzale. 
A comporre la delegazione italiana anche la fisioterapista Veronica Balzano.

Il programma delle gare inizierà questo venerdi con le prove di fioretto maschile, categoria A e B, e di spada femminile, categoria A e B. Sabato invece toccherà a spadisti e fiorettiste salire in pedana, mentre domenica si concluderà il programma con le gare di sciabola maschile e femminile e con quelle a squadre di fioretto femminile e spada maschile.

Inoltre, ad Eger, in contemporanea alla prova di Coppa del Mondo, si svolgerà anche la seduta del Comitato Esecutivo dell'Iwasf, la Federazione internazionale di scherma paralimpica, che definirà, tra i vari punti, anche la composizione delle varie commissioni internazionali.