Gianluca Cavaliere

Para Ice Hockey
foto di Gianluca Cavaliere

Gianluca Cavaliere

Tipo Disabilità: Amputazione gamba destra a causa di un incidente stradale

Data di nascita : 11/06/1971

Provincia di nascita: Torino

Comune di nascita: Torino

Società: G.S. Disabili Alto Adige

Hobby : Nuoto, mountain bike

Debutto in Nazionale: 2005

Breve Intervista

Quali sono le tue aspettative per questa edizione dei Giochi Paralimpici? 

Migliorare le nostre prestazioni.


Qual è l’avversario che temi di più?
Due in particolare, Usa e Canada.


Qual è la tua pista preferita/Qual è il tuo impianto preferito?
Vancouver in Canada.


Chi è stata o chi è la persona che ti ha ispirato nel tuo percorso da atleta?
Nessuno in particolare.


Come ti dai la carica prima di una gara?
Ripenso a quello che abbiamo provato durante l’allenamento. Poi mi concentro sulle caratteristiche dell’avversario. Si tratta di squadre che incontriamo spesso e che in molti casi conosciamo bene.

Sei superstizioso?
No, in alcun modo.


Il piatto che sai cucinare meglio o che preferisci?
Il piatto che mi riesce meglio sono gli gnocchi di patate. Quello che preferisco è un dolce, il tiramisù.


Hai la possibilità di invitare una persona – del presente o del passato – a cena. Chi sceglieresti?
Sarei curioso di parlare con Kim Jong Un. Vorrei fargli qualche domanda per capire meglio le sue idee e le sue posizioni politiche.


Quale canzone naon deve mai mancare nella tua playlist?
Thunderstruck degli Ac-Dc.


Quali sono i tuoi programmi, serie TV, film preferiti?
In genere in tv seguo lo sport e i film. Tra i miei preferiti c’è ‘Un mercoledì da Leoni’ di John Milius.


Qual è la tua meta di viaggio ideale?
Mi piacerebbe andare in Australia o in Alaska.


Cosa diresti per invogliare qualcuno ad avvicinarsi allo sport?
Lo sport paralimpico è uno strumento efficace per confrontarsi con altre persone che hanno una disabilità. Ti aiuta a creare un rapporto con chi ha i tuoi stessi problemi.


Quali ritieni sia stata la tua più grande emozione nella vita?
Il raggiungimento della qualificazione per i Giochi Paralimpici di Vancouver. E’ stata la prima volta per nazionale italiana visto che alla prima partecipazione ai Giochi Paralimpici l'Italia era il Paese ospitante. E’ stata una grande impresa e un’emozione grandissima.

 Il tuo motto?
Cercare sempre di migliorarsi e non porsi mai nessun limite.

 

Palmares

STAMPA LA SCHEDA

Campione europeo nel 2011, vice campione europeo nel 2016