Nuoto

Sin dall’edizione di Roma 1960, il nuoto è stato uno degli sport principali dei Giochi Paralimpici. Gli atleti sono classificati in base al tipo di disabilità: dall’1 al 10 si collocano i nuotatori con disabilità fisiche (la scala è in forma decrescente, con 1 che identifica maggior disabilità e 10 minor disabilità), dall’11 al 13 quelli con disabilità visive, mentre quelli con disabilità intellettive gareggiano nella classe sportiva 14. Non sono consentite protesi o dispositivi di assistenza durante le gare.

Le specialità del nuoto paralimpico sono le stesse del nuoto olimpico: stile libero, dorso, rana, farfalla e misti. Ogni classe sportiva è poi abbinata al tipo di specialità nella quale si gareggia, identificata tramite delle lettere:

  • S (Stroke) per lo stile libero, il dorso e la farfalla.
  • SB (Breaststroke) per la rana.
  • SM (Medley) per il misto.

Giulia Ghiretti

Ghiretti Giulia

  • Sport: Nuoto
  • Specialità: 100 rana, 50 farfalla, 200 misti, 50 dorso
Carlotta Gilli

Gilli Carlotta

  • Sport: Nuoto
  • Specialità: 50 stile libero, 400 stile libero, 100 dorso, 100 farfalla, 100 rana, 200 misti
Giorgia Marchi

Marchi Giorgia

  • Sport: Nuoto
  • Specialità: 100 rana
Emmanuele Marigliano

Marigliano Emmanuele

  • Sport: Nuoto
  • Specialità: 50 dorso, 50 stile, 50 rana, 150 misti
Riccardo Menciotti

Menciotti Riccardo

  • Sport: Nuoto
  • Specialità: 100 dorso, 100 farfalla, 200 misti, 50 stile libero, 100 stile libero
Efrem Morelli

Morelli Efrem

  • Sport: Nuoto
  • Specialità: 50 rana, 150 misti
Federico Morlacchi

Morlacchi Federico

  • Sport: Nuoto
  • Specialità: 100 farfalla, 100 rana, 200 misti, 400 stile libero
<<  1 [23  >>  
X
Torna su