Pallacanestro in carrozzina

Nella pallacanestro in carrozzina non ci sono sostanziali differenze di regolamento rispetto alla pallacanestro per normodotati. Le dimensioni del campo e della palla, l'altezza del canestro e la distanza di tiro libero e tiro da tre sono le medesime, così come sono assimilabili i principi base del regolamento, adattati alla disciplina in carrozzina: non è quindi consentito sollevarsi dal sedile della carrozzina (è considerato un fallo tecnico), avanzare con la palla senza palleggiare dopo due spinte (questa regola sostituisce, di fatto, l'infrazione di "passi", o "travelling" del basket in piedi), sollevare da terra contemporaneamente le due ruote posteriori con la palla in mano. Inoltre è considerato fallo antisportivo, punito con 1 tiro libero e possesso palla alla squadra avversaria, trattenere con le mani la carrozzina dell'avversario.

Le squadre sono composte da cinque giocatori ciascuna: ogni giocatore ha un punteggio da 1 a 4.5 in base al proprio tipo di disabilità: 1 è il punteggio che indica disabilità più invalidante, 4.5 quella meno invalidante. Al massimo il quintetto in campo può raggiungere i 14.5 punti totali (14 in campo internazionale). Ciò rende la pallacanestro in carrozzina uno sport estremamente inclusivo, perché permette ad atleti di disabilità anche molto differenti di essere tutti funzionali e indispensabili ai meccanismi di squadra.

X
Torna su