Pesistica

Pesistica

La Pesistica Paralimpica o Para Powerlifting è la disciplina sportiva del sollevamento pesi adattata per gli atleti disabili, riconosciuta e regolata dall'IPC. L'anno 0 della Pesistica Paralimpica Italiana è considerato il con un regolamento ad hoc. Nel 2011 è iniziata l'attività nazionale gestita dalla Federazione Italiana Pesistica riconosciuta dal CIP nel 2016. È prevista una sola classe ma gli atleti competono in diverse categorie di peso. Può essere praticata da atleti con amputazioni, celebrolesione, paraplegia, tetraplegia e altre disabilità motorie.

Il gesto prevede la distensione su panca piana da una posizione supina per cui l'atleta, al comando 'start' dell'ufficiale di gara, solleva il bilanciere a braccia distese, lo porta al petto fermandolo per 1 secondo e lo riporta in alto a braccia distese, riappoggiandolo ai supporti (rack). La competizione si effettua secondo il 'round system', ossia: al momento della pesatura l'atleta (o il suo tecnico) dichiara il peso di partenza e l'altezza del rack. Per il primo tentativo è previsto un solo cambio (passaggio) di peso, e può essere maggiore o minore di quanto dichiarato entro un limite di 7 kg. Subito dopo l'alzata l'atleta deve comunicare all'ufficiale di gara la misura della seconda alzata, ma deve farlo entro un minuto; trascorso questo tempo viene assegnato lo stesso peso (in caso di prova NON valida) o un kg in più (in caso di prova valida). Al terzo sono consentiti due passaggi, a patto che l'atleta non sia già stato chiamato in pedana. La Pesistica Paralimpica fa parte del programma delle Paralimpiadi da Tokyo 1964. Può essere praticata in qualsiasi palestra ed è aperta a diversi tipi di disabilità. Inoltre, oltre ad essere un valido supporto per la preparazione fisica di ogni disciplina, esprimendo la forza nel suo essere più puro, è un grande stimolo psicologico per gli atleti.

X
Torna su