In occasione della cerimonia di chiusura della 65^ edizione del Trofeo Cinque Nazioni di sci, svoltosi in Valle di Fiemme dal 26 al 29 marzo 2018, le Fiamme Gialle hanno radunato a Cavalese la prima e l’ultima medaglia d’oro olimpica del Centro Sportivo della Guardia di Finanza: Franco Nones (oro nella 30 km di Grenoble 1968) e Sofia Goggia (oro nella discesa libera a PyeongChang 2018). Insieme a loro anche gli olimpionici della Sezione Paralimpica Giacomo Bertagnolli e la sua guida Fabrizio Casal, che hanno completato con il loro poker di medaglie a cinque cerchi un parterre davvero stellare, il modo migliore per concludere questa splendida edizione della rassegna sportiva invernale riservata ai campioni appartenenti ai Corpi di Polizia Doganale di Austria, Francia, Germania, Svizzera e Italia. L’edizione 2019 sarà organizzata dall’Austria a Galtur.

Venerdì 30 marzo 2018, alle 19.50 su Raisport + Hd, torna Sportabilia, il contenitore Rai interamente dedicato al mondo degli sport paralimpici, ideato, curato e condotto da Lorenzo Roata.

Questa puntata sarà interamente dedicata ai Giochi Paralimpici Invernali di PyeongChang 2018. Edizione di Gugliemina Negri.

Nel corso della trasmissione ci sarà un resoconto dettagliato dei Giochi appena terminati con le voci dei protagonisti e il racconto delle vittorie e, più in generale, delle prestazioni degli azzurri che hanno gareggiato nello sci alpino, nello sci nordico, nello snowboard e nel para ice hockey.

Grande spazio, dunque, a interviste, immagini e al racconto di una Paralimpiade che ha portato all'Italia 2 ori, 2 argenti e 1 bronzo.

"Con le vostre imprese sportive avete regalato prestigio all'Italia". Con queste parole il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha accolto martedì 27 marzo al Quirinale gli atleti olimpici e paralimpici medagliati ai Giochi di PyeongChang 2018. Occasione della cerimonia la riconsegna del Tricolore firmato da tutti i protagonisti della Olimpiade e Paralimpiade coreana. Un momento importante per tutto lo sport italiano, l'occasione per celebrare chi, con le sue gesta sportie, tiene alto il nome del nostro Paese.

Per il movimento paralimpico presenti Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal, vincitori di due ori, un argento e un bronzo nello sci alpino di categoria visually impaired, e Manuel Pozzerle, medaglia d'argento nello snowboard cross di categoria upper limb. 

"Questa esperienza non ha rappresentato solo un evento sportivo ma una straordinaria raccolta della convivenza umana e un momento di pace - ha sottolineato Mattarella - vedere Giacomo e Fabrizio gareggiare è stato emozionante. La vostra prestazione si basa sulla fiducia reciproca e questo è un grande esempio per la vita. Voi rappresentate un modello di comportamento, un paradigma di vita. Grazie per averco fatto goire". 

"Grazie a questi ragazzi per le emozioni che ci hanno regalato - ha dichiarato il Ministro per lo Sport Luca Lotti - e grazie a tutti coloro che hanno lavorato dietro i riflettori per raggiungere questi successi sportivi. Questi Giochi hanno lanciato un messaggio universale come solo lo sport sa dare". 

"Questi ragazzi ci hanno resi orgogliosi - ha esordito il Presidente del Cip, Luca Pancalli - questa edizione dei Giochi ha registrato una ulteriore crescita del movimento paralimpico internazionale. Ribadisco le mie congratulazioni a Giacomo, Fabrizio e Manuel ma un pensiero va anche a tutti coloro che non sono saliti sul podio. Penso a Jacopo Luchini, che ha mancato il bronzo per un soffio o alla Nazionale Italiana di para ice hockey. Oggi, riconsegnando il Tricolore, ci sentiamo fieri e orgogliosi delle cinque medaglie vinte. Continueremo su questa strada".

"L'Italia è uscita a testa alta da questa spedizione sotto ogni punto di vista, non solo per numero di medaglie - ha ammesso il Presidente del CONI, Giovanni Malagò - siamo stati da esempio sotto il profilo della correttezza e della sportività".  

GUARDA LA GALLERY DELLA GIORNATA

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha invitato al Quirinale, martedì 27 marzo alle ore 11, tutti i medagliati paralimpici e olimpici di PyeongChang 2018. Gli atleti azzurri Giacomo Bertagnolli, Fabrizio Casal (atleta-guida), alfieri in occasione dell'evento di chiusura paralimpica a cinque cerchi, e Arianna Fontana, nell'oocasione riconsegneranno al Capo dello Stato il Tricolore con le firme degli atleti nel corso di una cerimonia che verrà trasmessa in diretta da Rai 2, con collegamento dalle 10.55. Le delegazioni saranno guidate dal Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli e dal Presidente del CONI, Giovanni Malagò.

Gli atleti che parteciperanno all'evento saranno quindi i medagliati paralimpici Giacomo Bertagnolli-Fabrizio Casal (Sci alpino), Manuel Pozzerle (Snowboardcross) insieme ai medagliati olimpici Arianna Fontana, Cecilia Maffei, Lucia Peretti e Martina Valcepina (Short Track), Federica Brignone e Sofia Goggia (Sci Alpino), Lukas Hofer, Dominik Windisch, Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer (Biathlon), Michela Moioli (Snowboard), Federico Pellegrino (Sci di Fondo), Nicola Tumolero (Pattinaggio di Velocità).

Con un volo proveniente da Seul, è rientrata alle 19:35 di ieri a Roma la Squadra Italiana, guidata dal presidente Luca Pancalli e dal segretario generale Juri Stara, che ha preso parte ai Giochi Paralimpici invernali di PyeongChang 2018. Particolarmente calda l'accoglienza riservata alla coppia dello sci alpino, formata da Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal, vincitori di quattro delle cinque medaglie dell'intera spedizione, che in aeroporto sono stati salutati dal generale Raffaele Romano, comandante del centro sportivo della Guardia di Finanza, e dal colonnello Vincenzo Parrinello, comandante del gruppo polisportivo delle Fiamme Gialle.

Con la cerimonia di chiusura, in programma al PyeongChang Stadium a partire dalle ore 20 locali (le 12 in Italia), cala il sipario sulla XII Paralimpiade Invernale di PyeongChang 2018. 

La Delegazione Azzurra tornerà domani in Italia con un bottino di cinque medaglie. Grandi protagonisti di questi Giochi - e scelti per questo dal Presidente del CIP, Luca Pancalli, quali alfieri dell'Italia in occasione della cerimonia di chiusura - Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal, assoluti dominatori delle gare di sci alpino di categoria visually impaired. Sulle nevi del Jeongseon Alpine Centre, i due campioni trentini hanno ottenuto due medaglie d'oro, nello slalom gigante e nello slalom speciale, quella d'argento nel super-g e la medaglia di bronzo nella discesa libera. Ai successi di Bertagnolli e Casal si aggiunge lo straordinario argento ottenuto da Manuel Pozzerle nello snowbard cross di categoria upper limb.

Cinque medaglie complessive che collocano l'Italia al dodicesimo posto nella classifica generale dei Giochi, una classifica che vede gli Stati Uniti occupare il primo gradino del podio con 13 ori, 15 argenti e 8 bronzi, seguiti dagli atleti del NPA (Neutral Paralympic Athletes) con 8 ori, 10 argenti e 6 bronzi e dal Canada con 8 ori, 4 argenti, 16 bronzi. 

Nessun italiano in gara nell'ultima giornata dei Giochi Paralimpici Invernali di PyeongChang 2018. Da non perdere, però, la sfida valida per la medaglia d'oro di para ice hockey tra Stati Uniti e Canada. 

Alle 20, al PyeongChang Stadium, si svolgerà la cerimonia di chiusura della XII Paralimpiade Invernale. 

Ricco il palinsesto Rai anche per la giornata conclusiva. 

Domenica 18 marzo:

Ore 1:30 Sci Alpino Slalom F 1a m. Rai 2
Ore 2:00 Sci Fondo staffetta mista 4x2,5 km Rai 2
Ore 4:00 Hockey finale Rai 2
Ore 4:00 Sci Fondo staffetta open 4x2,5 km Rai 2
Ore 4:30 Sci Alpino Slalom F 2a m. Rai 2
Ore 12:00 Cerimonia di chiusura Rai Sport + HD

Arriva di nuovo dalla formidabile coppia visually impairedBertagnolli Casal la seconda medaglia d'oro dell'Italia a queste Paralimpiadi. I ragazzi di Cavalese chiudono lo slalom speciale di oggi in 1:36.12, davanti allo slovacco Krako (1:37.54) e al russo Redkozubov (sotto bandiera neutrale IPC) con 1:38.02.

Quanto agli altri azzurri in gara, Renè De Silvestro, sitting, è 7° (1:45.40), oro al croato Sokolovic (1:39.82) Davide Bendotti, standing, è 12° (1:47.48), oro al neozelandese Hall (1:36.11).

"E' successo di tutto, prima dello start - commenta Giacomo Bertagnolli- avevo gli scarponi molli, fa caldo, si è spento l'auricolare". "Una grande soddisfazione - ribatte Fabrizio Casal- ci ho creduto a tutto questo, prima di partire, ho fatto tanti sacrifici per essere qui e non dimenticherò mai l'impresa fatta con Giacomo". 

Luca Pancalli "Dopo la grande delusione del bronzo sfumato per l' Italia del para ice hockey la straordinaria conferma che con Giacomo e Fabrizio siamo di fronte a due autentici fuoriclasse, mai sazi di vittorie e già capaci, alla loro giovanissima età, di dare lezioni di sci al resto del mondo. Vivissime congratulazioni".

Si ferma a un passo dal podio l'avventura della Nazionale Italiana di para ice hockey. In un Gangneung Stadium gremito - presente anche il Presidente della Corea del Sud Moon Jae-in - va in scena un match altamente spettacolare, che le due squadre giocano con grandissima intensità. Alla fine, a decidere la sfida a favore dei padoni di casa è un gol del talento Jang. 

Grande equilibrio nei primi quindici minuti di gioco: 4--2 il computo dei tiri in porta a favore dei padroni di casa, anche se l'occasione da gol più importante capita nelle mani di Corvino a 5 minuti dal fischio della sirena. 

A reti inviolate anche il secondo parziale, giocato a ritmi elevatissimi. 

Nel terzo e ultimo tempo la rete decisiva messa a segno da Jang al minuto 41.42. 

"Nello sport di alto livello la differenza la fanno i dettagli - esordisce coach Da Rin - oggi i ragazzi hanno messo cuore e disciplina. Avevamo preparato la partita molto bene. E' stato un ottimo spot per tutto il movimento, con due squadre che si sono affontate in maniera molto sportiva. Sono molto orgogliosi dei miei giocatori, se la sono giocata fino alla fine".

"Essendo una finale c'è chi vince e c'è chi perde ma abbiamo giocat bene - commenta Gianluigi Rosa - una avventura finita a un passo dalla storia. Questo quarto posto deve essere però da stimolo per ripresentarci da quattro anni. In Italia siamo solo tre squadre ma abbiamo dimostrato di potercela giocare ad armi pari con i migliori al mondo".  

"Abbiamo portato il Trciolore lontano - ammette Andrea Macrì - c'è tanta delusione ma abbiamo dato tutto". Sull'episodio che ha deciso il match, Macrì spiega: "Il gol l'ha fatto la dea bendata. Ci sono state occasioni da entrambe le parti". 

"Abbiamo dato quello che dovevamo dare e fatto tutto quello che il tecnico ci aveva detto di fare - assicura il capitano degli Azzurri, Gianluca Cavaliere - in questi Giochi abbiamo compiuto un grande passo avanti, ora spazio ai giovani, loro possono riprovarci. Sono proprio loro i più dispiaciuti. Da parte mia darò sempre una mano alle nuove leve". 

"E' stata una partita tirata - sottolinea il portiere Azzurro, Gabriele Araudo - loro hanno tirato di più ma lo sport è così, si perde anche a tre minuti dalla fine con un gol di lama. Questo risultato non è un addio, ci riproveremo. Vestire la maglia dell'Italia ti dà emozioni uniche. Questa finale ce la mettiamo alle spalle e ripartiamo più carichi di prima". 

"Fa male perdere per un gol fortuito - afferma Florian Planker - fa male perchè ce l'abbiamo messa tutta ma andiamo avanti. Ci sono molti giovani che ci fanno ben sperare nel futuro". 

"Un quarto posto che brucia ma che non toglie nulla a questo grande gruppo - le parole del Presidente del CIP, Luca Pancalli - abbiamo vinto l'oro del cuore, della tenacia, della perseveranza. Dobbiamo continuare su questa strada cercando di trovare nuovi talenti che possano integrare questo straordinario gruppo. Ricordiamoci comunque che siamo la prima squadra in Europa. Siamo comunque di fronte a un grande risultato".

 

Cristian Toninelli stamattina era al via della sua ultima gara a queste Paralimpiadi coreane, la 10Km tecnica classica, dopo la 20Km tecnica libera e la sprint classica degli scorsi giorni. Si dice soddisfatto di aver chiuso al 20° posto, con il tempo di 29:52.7. La medaglia d'oro è andata al giapponese Nitta con 24:06.8, l'argento all'ucraino Vovchy (26:39.5), il bronzo al canadese Arendz (27:10.1).
"Oggi posso ritenermi soddisfatto - ha commentato il fondista bergamasco, classe '88, all'arrivo - ho sciato meglio delle altre volte, sentivo bene le gambe. Piano piano sto crescendo, a 5.40 dal primo, non posso lamentarmi", ha commentato a termine gara il fondista azzurro, che ha debuttato in questa disciplina solo lo scorso anno.

Una buona prima manche regala a Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal il secondo miglior tempo nella prima prova di Slalom Speciale di categoria visually impaired. I due Azzurri sciano in 48.85, più lenti di appena 89 centesimi dalla coppia al momento al comando, gli slovacchi Haraus e Hudik (47.96). Alle spalle di Bertagnolli e Casal si piazza ancora un binomio slovacco, quello composto da Krako e Brozman (49.07). 

Buona anche la prima manche di Davide Bendotti nella categoria standing: il tempo di 53.34 gli vale la dodicesima posizione in una classifica che vede al comando lo statunitense Stanton (48.51), seguito dal francese Bauchet (48.54) e dall'australiano Gourley (48.69). 

Nella sitting, Renè de Silvestro chiude ottavo con il crono di 52.97. Primo tempo per l'olandese Kampschreur (48.40), secondo per l'americano Walker (49.08), terzo per il croato Sokolovic (49.13). 

Tanti gli Azzurri in gara nella penultima giornata dei Giochi Paralimpici Invernali di PyeongChang 2018, l'ultima per i nostri atleti. Sabato 17 marzo si comincia con le gare del Jeongseon Alpine Centre, con Renè de Silvestro (sitting), Davide Bendotti (standing), Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal (visually impaired) che proveranno ad arricchire il nostro medagliere nello slalom speciale. I primi a scendere in pista saranno Bertagnolli e Casal (9.30 ora locale), quindi sarà la volta di Bendotti (10.30). Chiude de Silvestro (11:30).

Alle 10:15, ad Alpensia, Cristian Toninelli affronterà la sua ultima fatica paralimpica, la 10 km tecnica classica di categoria standing. 

Alle ore 12, il Gangneung Stadium sarà il teatro della storica finale tra Italia e Corea del Sud: in palio la medaglia di bronzo. 

Ricchissimo il palinsesto Rai per la giornata di sabato 17 marzo:

Ore 1:30 Sci Alpino Slalom M 1a m. Rai 2
Ore 1:35 Curling finale 3° posto Rai 2
Ore 2:00 Sci Fondo 10km M / 7,5km F Rai 2
Ore 4:00 Hockey finale 3° posto Rai 2
Ore 4:30 Sci Fondo 7,5km M/5km F sitting Rai 2
Ore 6:00 Sci Alpino Slalom M 2a m. Rai 2
Ore 6:35 Curling finale Rai 2