Ciclismo, Coppa del Mondo di Elzach: 18 podi per gli azzurri

Italia prima per numero complessivo di medaglie, seconda per numero di ori  

Ciclismo, Coppa del Mondo di Elzach: 18 podi per gli azzurri

Dettagli della notizia

Si è chiusa con la medaglia di bronzo di Michele Pittacolo nella MC4 la seconda tappa di Coppa del Mondo di paraciclismo, che si è svolta a Elzach, in Germaniam nel fine settimana. 

La Nazionale paraciclismo di Rino De Candido torna dalla Germania con ben 18 medaglie, conquistando meritatamente il secondo posto nel medagliere per numero di ori (8 rispetto ai 13 dell’Olanda) ed il primo per numero complessivo di medaglie vinte. 

Nella prima giornata, Fabrizio Cornegliani vince la crono MH1, alle sue palle Maxime Hordies (Bel) e Benjamin Fruh (Svi). Nella MH2 Omar Rizzato ha chiuso al sesto posto, vince Florian Jouanny (Fra). Giorgio Farroni a bersaglio nel MT1, domina la gara davanti a Gonzalo Garcia Abella (Spa) e al coreano Yongki Kim. Nel MT2 vince Maximilian Jager (Ger) mentre il nostro Stefano Stacchiotti chiude al 10° posto. Simona Canipari porta la medaglia d'oro nella categoria WH1 seguita da Angela Procida, a cui però non è stata assegnata la medaglia per problemi di classificazione UCI. Roberta Amadeo è oro nella WH2. Grazia Colosio chiude all'11° posto nella categoria WH4, gara vinta dall’olandese Jennette Jansen. Nella WH5 Ana Maria Vitelaru e Katia Aere salgono sul podio, rispettivamente al secondo e terzo posto, alle spalle dell’olandese Chantal Haenen.

Nella seconda giornata di gare altri tre successi della Nazionale guidata da Rino De Candido, che porta a casa ancora un oro e due bronzi.

Il primo gradino del podio arriva con Martino Pini, classe 1992, in una categoria come la MH3 di grande livello e super competitiva, dimostrando una buona prospettiva di crescita. Ottima anche la medaglia di bronzo di Eleonora Mele (WC5), che fa doppietta dopo quella conquistata nella crono di Ostenda. Altro terzo gradino del podio per gli azzurri con Andrea Tarlao, che torna a medaglia nella categoria MC5.

Otto i podi nella terza giornata. 

Gli ori arrivano dalle categorie WH1, WH2 e T1, rispettivamente grazie a Simona CanipariRoberta Amadeo e Giorgio Farroni, che si lascia alle spalle lo spagnolo Gonzalo Garcia Abella e lo svizzero Fabiano Wey. Bene anche Ana Maria Vitelaru e Katia Aere, seconda e terza nella categoria WH5. Sfiora il primo gradino del podio Fabrizio Cornegliani, che si deve accontentare dell'argento nella cat. MH1 dietro al belga Maxime Hordies; terzo il finlandese Teppo Polvit.

Chi anche oggi dimostra un ottimo stato di forma è Martino Pini: dopo l'oro nella crono, sulle strade di Elzach arriva anche l'argento nella prova in linea MH3 alle spalle del belga Jean-Francois Deberg. Un applauso anche a Federico Mestroni che chiude il podio e si mette al collo un bel bronzo.

"Non posso che essere soddisfatto, ma non ci adagiamo sugli allori. Non mi aspettavo tutti questi risultati. Un po' perché sono stati inseriti tanti ragazzi nuovi, un po' perché quest'anno il Campionato del Mondo si svolgerà ad agosto, fra 3 mesi: in questa fase il gruppo non è ancora al top della condizione, come avevamo programmato ad inizio stagione. Stiamo ancora lavorando per colmare le lacune, ma siamo animati da motivazioni agonistiche importanti", queste le parole del Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rino De Candido.

Media

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su